Storie sulla comunicazione e quello che ci circonda.

 

Newsletter

DESIGN APART

Arte di Fabrizio Montini Trotti

13 aprile 2013

DESIGN APART

Si chiama Design-Apart il progetto promosso dall’Università Ca’ Foscari di Venezia insieme al designer creativo 36enne Diego Spaccagnella.

Si tratta di un’iniziativa di start-up di successo che unisce creatività, know-how e mission culturale.

Il concept è semplice ma allo stesso tempo geniale: aprire uno showroom in un loft newyorkese dedicato alla nuova creatività italiana, in particolare quella dell’arredamento di design, facendola apprezzare nel suo contesto ideale: un appartamento.

Le adesioni entusiaste sono già arrivate da parte di piccole e medie imprese che hanno intuito la possibilità di portare il loro brand nella Grande Mela  senza necessità di aprire un punto vendita a New York.

I loro prodotti, infatti, saranno venduti on-line, attraverso il sito internet dell’iniziativa. Ma il punto di forza dell’idea è il bespoke, vale a dire il “su misura”:  Spaccagnella insieme ad un pool di architetti venderà soluzioni di arredamento personalizzate per le case dei loro clienti, acquistando mobili e materiali dalle aziende in Italia.

Una quindicina le società italiane coinvolte, molte delle quali provenienti dal distretto nord-est del mobile: dalla veneta Marrone, specializzata in kitchen design per ristoranti di classe, ai divani di fattura artigianale di Berto, fino alle lampade in plastica 3D della Ex Novo.

Una serie di eventi ed iniziative è già in programma: incontri e cene a tema con le comunità di creativi newyorkesi, corsi e workshop con i più stilosi designer e architetti della Grande Mela, incontri tra imprenditori e clienti per far conoscere i prodotti distribuiti.

L’esperienza sarà raccontata attraverso un blog curato dallo stesso creativo italiano.

Nel business plan di Design Apart è anche previsto come pagare l’affitto del loft newyorkese di 300 metri quadri dove il temporary concept store sarà ospitato per 1 anno: è semplice, lasciandolo completamente arredato con i mobili e gli arredi esposti, piccoli gioielli della nuova creatività italiana.

La caccia all’immobile è aperta.

Fabrizio Montini Trotti | Bake Agency

Fabrizio Montini Trotti

Fabrizio Montini Trotti

Classe ’75, appassionato di musica con il vizio della scrittura, Fabrizio è un inguaribile collezionista di vinile, da sempre alla ricerca di nuovi generi e talenti da ascoltare e da proporre. Non a caso la radio e la consolle sono stati, per un po’ di tempo, il suo habitat naturale.
Pur avendo appeso le puntine al chiodo, continua ad applicare i precetti del jazz, la sua prima passione, al lavoro e alla vita quotidiana, convinto che improvvisazione e ispirazione derivino dalla convergenza di vari elementi, proprio come predicava il suo “mentore” Sun Ra.
Al profeta dell’Alabama deve anche la sua devozione per l’afrocentrismo, che studia e declina nelle sue diverse forme musicali, dalla riscoperta dei suoni tradizionali fino all’elettronica.
Fabrizio Montini Trotti