Storie sulla comunicazione e quello che ci circonda.

 

Newsletter

Back To Vinyl

Uncategorized di Fabrizio Montini Trotti

24 luglio 2013

BACK TO VINYL – THE OFFICE TURNTABLE

L’etichetta indipendente tedesca Kontor Records ha ideato un modo piuttosto orginale per promuovore il nuovo singolo del dj/producer teutonico Boris Duglosh, dal titolo Look Around You, accompagnato dalla preziosa voce di Roisin’ Murphy (già con i Moloko)

L’oggetto del desiderio si chiama The Office Turntable e non è nient’altro che un emulatore di giradischi portatile.

Nei giorni scorsi i creative directors delle riviste specializzate, abituati a ricevere (e spesso a cestinare senza pietà) migliaia di CD-promo identici nel formato e nella modalità di fruizione del contenuto musicale, si sono visti recapitare un firefox for Mac vinile arancione con una custodia ripiegabile che si trasforma in un finto giradischi dal design stilizzato.

Come far suonare il disco sulle scrivanie degli uffici e, soprattutto, senza impianto di amplificazione? Semplicissimo, basta avere un comune smartphone, inquadrare il QR Code, appoggiare il telefono sul vinile e ascoltare in streaming la traccia, spostando a proprio piacimento la puntina sul disco proprio come fanno i DJ quando devono scegliere la prossima traccia del loro set.

Dalla Kontor Records fanno sapere che i risultati sono particolarmente incoraggianti: il 73% degli Office Turntable prodotti sono stati attivati per un tasso di ascolto del promo in questione di ben 10 volte superiore alla media.

La prossima sfida sarà quella di consentire anche alle nuove generazioni di “suonare” il vinile attraverso un’app.

La campagna di marketing è stata curata da OgilivyAction Dusseldorf. Maggiori info e una demo cliccando qui.

Fabrizio Montini Trotti | Bake Agency

Fabrizio Montini Trotti

Classe ’75, appassionato di musica con il vizio della scrittura, Fabrizio è un inguaribile collezionista di vinile, da sempre alla ricerca di nuovi generi e talenti da ascoltare e da proporre. Non a caso la radio e la consolle sono stati, per un po’ di tempo, il suo habitat naturale.
Pur avendo appeso le puntine al chiodo, continua ad applicare i precetti del jazz, la sua prima passione, al lavoro e alla vita quotidiana, convinto che improvvisazione e ispirazione derivino dalla convergenza di vari elementi, proprio come predicava il suo “mentore” Sun Ra.
Al profeta dell’Alabama deve anche la sua devozione per l’afrocentrismo, che studia e declina nelle sue diverse forme musicali, dalla riscoperta dei suoni tradizionali fino all’elettronica.
Fabrizio Montini Trotti