Storie sulla comunicazione e quello che ci circonda.

 

Newsletter

Reves Syncopès

Uncategorized di Chiara Ribaldo

26 agosto 2013

La club culture raccontata in modo originale e innovativo E’ questa l’idea alla base di Reves Syncopès (in italiano letteralmente Sogni Sincopati) la prima graphic novel ambientata nel mondo del clubbing e dei suoni elettronici con un protagonista d’eccezione: Laurent Garnier.

Attivo sulla scena da oltre 25 anni, l’eclettico guru della DJ culture transalpina ha prestato la sua immagine oltre a frammenti delle sue straordinarie performance live, per dare un volto all’eroe del fumetto creato dai giovani illustratori Mathilde Ramadier e Laurent Bonneau.

Gli artisti sono entrati in contatto con l’autore di The Man With The Red Face presentandogli il loro semplice ma geniale progetto: raccontare i primi 10-12 anni della musica elettronica attraverso uno dei suoi protagonisti.

Da primi vagiti della scena acid house negli anni ‘90 fino all’esplosione delle techno e al successo del french touch, Laurent Garnier si racconta  in una svafiilante simbiosi di colori, grafica e musica (come dimostra il trailer disponibile su YouTube da oggi).

Da Manchester a Berlino, passando per i festival underground fino alle consolle più prestigiose del pianeta, Laurent Garnier affida la propria autobiografia alle proprie parole e alle immagini che da sole dimostrano la passione di un DJ per il suo lavoro, il piacere di essere da solo con i suoi dischi davanti ad una folla immensa, le emozioni di percepire le vibrazioni del dancefloor.

Pubblicato dalla casa editrice belga Editions Dargaud il fumetto omaggio al genio dell’elettronica “made in France” sarà disponibile dal prossimo 18 ottobre.

Fabrizio Montini Trotti | Bake Agency

Chiara Ribaldo

Frammenti, sequenze, insoliti movimenti di macchina, dialoghi serrati, volti sacri e bellissimi, il grande schermo e i tanti molteplici schermi virtuali della Rete. Questo è il mondo di Chiara praticamente da sempre – , un dottorato e una laurea in Scienze della Comunicazione alla Sapienza di Roma e tanti, tantissimi lavori dentro e fuori il mondo accademico. Scrive di cinema per la rivista Quaderni d’Altri Tempi. Si interessa di web cinema, industria culturale e sociologia dell’audiovisivo. Per sopravvivere a questo tempo così cupo fa più lavori e usa scomodare il vecchio Tolstoj “Il segreto della felicità non è di far sempre ciò che si vuole, ma di voler sempre ciò che si fa”.
Chiara Ribaldo