Storie sulla comunicazione e quello che ci circonda.

 

Newsletter

BOMAKI. Quando il Giappone incontra il Brasile (in cucina)

Uncategorized di Indira Fassioni

7 Dicembre 2015

Spread the love

La frase d’amore più vera, l’unica è: “Hai mangiato?”.  Lo dice ogni mamma, lo ha messo per iscritto Elsa Morante, a lei si ispira anche Indira Fassioni che armata di taccuino, macchina fotografica vi condurrà alla ricerca dei luoghi che scaldano il “cuore”ed il palato, partendo dal centro delle grandi città per arrivare alle periferie meno conosciute ma sempre ricche di spunti.

In Italia è approdata una nuova moda, quella della cucina nippo-brasiliana e come al solito, i must partono sempre dalla capitale dalle moda: Milano. Qui possiamo trovare Bomaki, la migliore uramakeria del momento.

La contaminazione tra la cucina giapponese e quella brasiliana ha origini consolidate nel tempo, quando una consistente comunità asiatica aveva messo radici nel territorio sudamericano, a fronte di una forte ondata migratoria avvenuta nel secondo Dopoguerra: i piatti della cucina nipponica si sono abbinati ai colori del Brasile creando una fusione gastronomica che, alla leggerezza dei piatti, abbinano la freschezza delle note fruttate dei cocktail.

bomaki1

Bomaki è stata la prima uramakeria della città, il fondatore dei ristoranti fusion meneghini. Cavalli di battaglia dello chef Jeric Bautista sono propri gli uramaki, proposti in trentuno versioni differenti, che abbinano salmone, tonno, gamberi ed altre squisitezze ad un’altrettanto ricca gamma di caipiroska, caipirinha e mojitos. Una vera esaltazione del gusto, basata sul principio di contaminazione che emerge già dal nome: Bom, “buono” e Maki, i deliziosi roll di riso nipponici.

Assolutamente da provare tra le novità i deliziosi burritos in stile jap, salmone, pollo o picanha grigliata, abbinati a ingredienti insoliti come il guacamole, il jalapeno o il cheddar cheese, avvolti in delle leggerissime crepes di soia; inediti temaki come il tonno maracuja, il salmone&tartufo oppure il salmone cube al mango; per gli amanti dei crudi la tartare ceviche, un mix davvero unico da lasciare a bocca aperta!

bomaki2

L’esperienza sensoriale è arricchita dal locale stesso che, grazie ad un attento restyling, propone un design ricercato: le pareti sono decorate con ceramiche Caltagirone e azulejos, abbinate a carta da parati con motivi vegetali, l’illuminazione è soffusa e si sposa perfettamente con l’arredamento colorato di ispirazione colombiana, un ambiente vivace ed intimo allo stesso tempo.

Nato nel 2013 in Corso Sempione, Bomaki ha aperto altri due locali, uno in via Sanzio e l’altro in Largo la Foppa (zona Moscova), anche se il primo, che aveva inaugurato a pochi passi dall’Arco della Pace, rimane un punto di riferimento per i milanesi: un luogo ideale dove fare un pranzo veloce e gustoso, un aperitivo colorato o una cena stuzzicante.

 

PREZZO:  40€  bevande incluse
SERVIZIO: 10 e lode
PREGIO: una volta provato, si diventa addicted! Il solito sushi non avrà più lo stesso sapore
DIFETTO:  indispensabile la prenotazione

Corso Sempione 10, Milano  – Tel. +39 02 3360 3346
Via Raffaello Sanzio 24, Milano – Tel. +39 02 39 56 33 18
Largo la Foppa 1, Milano – Tel. +39 02 39 66 33 08

Aperto tutti i giorni (possibilità di prenotazione on-line)
Pranzo 12.30 – 15.00  Cena 19.30 – 24.30

http://www.bomaki.it/
https://www.facebook.com/Bomakimilano/timeline

Indira Fassioni