MY PERSONAL BRANDING di Gioia Gottini. A scuola dai grandi brand: Nutella.

MY PERSONAL BRANDING.
A scuola dai grandi brand:
Nutella

È possibile ispirarsi ai grandi brand per trovare strategie utili da applicare ai nostri piccoli business? Sono convinta di sì: con un po’ di attenzione e creatività troveremo soluzioni nuove e interessanti, guardando alle realtà di successo.

LEZIONE 6: Nutella

Chi non conosce la Nutella? Chi non l’ha mai mangiata a cucchiaiate dal barattolo? La Nutella è un’icona transgenerazionale, conosciuta in tutto il mondo, imitata a dismisura ma comunque inconfondibile. Sai quanti barattoli di Nutella vengono venduti ogni anno NEL MONDO? 11 milioni! Mentre leggi questo post, già 35 persone l’hanno messa nel carrello. Altre 3 hanno scoperto con disappunto che l’hanno finita. Nutella non è un brand a sé: fa parte della famiglia Ferrero ma, dato che è il suo prodotto più interessante ai fini del nostro studio, la analizziamo da sola.

Cosa possiamo copiare dal successo della Nutella? Sicuramente alcuni dei motivi che l’hanno resa così amata e venduta. Vediamoli insieme:

1. IL NAMING. È vero che “una rosa è sempre una rosa”, ma quanto sarebbe andata lontano la Nutella se avesse mantenuto il suo nome originario, ossia “Giandujot”? Poco. Invece il prefisso nut, che significa noce generica in inglese, ed “ella” creano una parola facile da capire e da pronunciare un po’ ovunque. Tanto che milioni di americani sono convinti che sia un prodotto loro, e non italiano. Cosa puoi copiare: lavora molto bene sul nome della tua attività e dei tuoi servizi/prodotti. Rendili facili da pronunciare per il target che hai in mente, accattivanti e musicali. La brevità è un extra importante.

MY PERSONAL BRANDING di Gioia Gottini. A scuola dai grandi brand: Nutella.
2. L’ASPETTO EMOZIONALE. La Nutella rievoca l’infanzia: chi di noi non l’ha mangiata spalmata sul pane, da bambino? Ecco perché quando vedi un barattolo non pensi alle calorie: pensi alla nonna, al party delle medie, ai tuoi primi esperimenti culinari, alla fine del primo amore affogato in cucchiate… Insomma: la Nutella è la madeleine di tutta una generazione. Cosa puoi copiare: nella tua comunicazione marketing, punta a suscitare emozioni. Se poi riesci a legare il tuo prodotto all’infanzia, all’amicizia, all’amore, hai vinto.
3. LA PERSONALIZZAZIONE. Qualche anno fa la Nutella ha lanciato il barattolo personalizzato: al posto del nome del prodotto, potevi far scrivere il tuo o quello di una persona a cui regalarlo. Diventando tu stesso brand (o barattolo). Prima ancora, esistevano i barattoli decorati con personaggi dei fumetti o squadre di calcio: chi non è ha almeno uno in casa? Cosa puoi copiare: permetti alle persone di personalizzare i tuoi prodotti/servizi, coinvolgile, falle sentire parte del prodotto. In questo modo ogni cosa che proponi sarà una collaborazione.
4. IL MONOSELLING. In un mercato invaso di mille varianti dello stesso prodotto Nutella resta fedele a se stessa. Non esiste una nutella bianca, una vegan, una con i pezzi di nocciolina e una bicolor con burro d’arachidi. Esiste la Nutella, monolitica e immutabile. Ed è per questo che è inconfondibile e long-seller. Cosa puoi copiare: troppe varianti dello stesso prodotto confondono le idee ai tuoi potenziali clienti. Riduci le variabili a 1, e l’acquisto sarà molto più scorrevole.
5. LA COERENZA. Mentre grandi brand sono andati nel panico di fronte all’ondata di sospetto nei confronti dell’olio di palma e hanno cambiato la loro formulazione (attenzione: cambiato, non necessariamente migliorato), la Ferrero è andata controcorrente e ha preferito investire in una comunicazione che spiegasse perché l’olio di palma era sicuro e preferibile (per esempio, non altera il gusto). Cosa puoi copiare: non inseguire ogni “moda” e ogni paranoia dei clienti: piuttosto, spiega in modo chiaro, semplice e aperto il perché delle tue scelte.

MY PERSONAL BRANDING di Gioia Gottini. A scuola dai grandi brand: Nutella.
6. UNA BELLA STORIA. La storia della Nutella è la storia di Michele Ferrero, imprenditore vecchio stile (ma illuminato) che ha sempre concepito l’azienda come una famiglia allargata. Una visione che premia, perché fidelizza sia il personale che il cliente. Cosa puoi copiare: motiva e premia i tuoi collaboratori, è a loro che devi il successo nel tempo. Racconta la tua storia: le persone compreranno anche perché credono in te e nella tua Visione.

La nostra dolce conversazione continua nella mia pagina FB, qui.

E se vuoi ripassare le lezioni dei mesi precedenti, leggi qui.

Gioia Gottini

Gioia Gottini

Mi definisco "coltivatrice di successi" perché aiuto le donne a focalizzare i loro talenti, mettersi in proprio e farlo con profitto. I miei strumenti: in primis il Personal Branding (su cui ho scritto anche un libro, "Tutto fa branding") e poi il marketing, la comunicazione on line, il planning e lo studio di fattibilità di un business. Ho un blog molto seguito, in cui parlo di queste tematiche, e anche un canale youtube ("I Mercoledì della Mansardina"). Ho fondato a Torino una "Rete al Femminile" rivolta a donne imprenditrici, freelance, libere professioniste, ora diffusa in tutta Italia. Quando non parlo o scrivo di business amo collezionare candele e provare tutti i tè e le tisane che trovo.
E questo è il mio sito: gioiagottini.com.
Gioia Gottini

Comments are closed.