Photo by Scott Webb on Unsplash

MY PERSONAL BRANDING.
A scuola dai grandi brand: Canada

È possibile ispirarsi ai grandi brand per trovare strategie utili da applicare ai nostri piccoli business? Sono convinta di sì: con un po’ di attenzione e creatività troveremo soluzioni nuove e interessanti, guardando alle realtà di successo.

LEZIONE 8: IL CANADA

Si può parlare di branding riferito a uno Stato? Certo che si può: ormai è una pratica diffusa per Paesi e città quella di curare e promuovere il proprio brand per motivi turistici ed economici. Con risultati importanti: il Canada, per esempio, non è mai stato così cool come in questi ultimi anni. Da paese sonnacchioso popolato da orsi, laghi e tanto, tanto ghiaccio a luogo dove tutti vogliono andare. Come si crea questa magia? Con una serie di mosse per rafforzarne il brand. Vediamole!

1. FESTEGGIA I TUOI TRAGUARDI: Quest’anno cade il 150° anniversario della costituzione dello Stato Federale canadese. La notizia ti sarà capitata sotto gli occhi, perché il Canada ha fatto le cose in grande, festeggiando con fuochi d’artificio, un concerto con vari artisti canadesi + Bono e The Edge degli U2, una performance del Cirque du Soleil (che è nato in Canada) più vari eventi che durano fino a fine anno. Ispirati così: non devi aspettare i 150 anni di fondazione del tuo business. Anche piccoli traguardi (5 anni di attività) possono essere ragione di un festeggiamento che coinvolge i tuoi clienti vecchi e nuovi con bonus, sconti e regali.

Canada's Flag: Photo by Jonathan Denney on Unsplash.

2. FATTI RICONOSCERE AL PRIMO SGUARDO. La bandiera canadese è inconfondibile: 2 bande rosse, 1 bianca e in mezzo la foglia d’acero a rappresentare le sue foreste. Una bandiera con un chiaro simbolo grafico è rara, e questo aiuta a distinguerla tra centinaia di bandiere più classiche. Ispirati così: scegli un logo originale e diverso dal solito, non aver paura di tentare strade nuove e ricordati che il primo dovere di un logo è aiutare le persone a capire cosa fai.

3. I MIGLIORI TESTIMONIAL. Uno degli indubbi motivi della popolarità recente del Canada è Justin Trudeau, il primo ministro. Bello come un attore, giovane rispetto alla media dei colleghi, politically correct, femminista (non ne sbaglia una) e sempre pronto a uscire dal protocollo con il suo stile affabile e gentile. Ispirati così: scegli per il tuo brand testimonial di valore, che siano veri portabandiera dei tuoi valori. E se non c’è budget, fai tu il testimonial di te stesso: metterci la faccia è il miglior biglietto da visita.

Gioia Gottini

4. AVVANTAGGIATI DEGLI ERRORI DELLA CONCORRENZA: Non c’è dubbio che Trudeau sia l’anti-Trump, e che le fortune del Canada siano in ascesa da quando alla Casa Bianca è salito The Donald. Infatti molti Americani stanno pensando di emigrare a Nord. Il Canada ha fatto sapere di essere ben felice di accoglierli. Ispirati così: la concorrenza fa un passo falso? Non farlo notare (non è chic), limitati ad affermare e promuovere l’esatto contrario. E offri ai suoi clienti insoddisfatti un trattamento di favore.

6. PRENDI POSIZIONE: L’emergenza rifugiati si traduce spesso in politiche confuse e ben poco umanitarie. Il Canada ha fatto una scelta molto diversa: accoglienza, tutela, estensione della cittadinanza. Con grande ritorno di immagine e, nel tempo, anche economico. Ispirati così: non aver paura di prendere posizione in modo netto su temi che ti stanno a cuore, anche attraverso il tuo brand, raccolta fondi, sponsorizzazioni, percentuali dei tuoi guadagni girati a una buona causa.

7. CUSTOMER CARE AL PRIMO POSTO: Un recente sondaggio ha stabilito che il Canada è al primo posto come qualità della vita e al secondo posto mondiale come indice di gradimento mondiale. I motivi? Un sistema sanitario pubblico che funziona, incentivi per le giovani famiglie, un tasso di disoccupazione basso… Ispirati così: la tutela e l’attenzione ai bisogni dei tuoi clienti (anche nel pre- e nel post- vendita) fanno tutta la differenza del mondo e accrescono la tua reputazione. Ricordati che il passaparola è un potente strumento di marketing: fai in modo che i tuoi clienti parlino benissimo di te.

Se il tuo brand fosse un Paese, quale sarebbe? Raccontamelo qui.
E se vuoi ripassare le lezioni dei mesi precedenti, leggi qui.

Gioia Gottini

Gioia Gottini

Mi definisco "coltivatrice di successi" perché aiuto le donne a focalizzare i loro talenti, mettersi in proprio e farlo con profitto. I miei strumenti: in primis il Personal Branding (su cui ho scritto anche un libro, "Tutto fa branding") e poi il marketing, la comunicazione on line, il planning e lo studio di fattibilità di un business. Ho un blog molto seguito, in cui parlo di queste tematiche, e anche un canale youtube ("I Mercoledì della Mansardina"). Ho fondato a Torino una "Rete al Femminile" rivolta a donne imprenditrici, freelance, libere professioniste, ora diffusa in tutta Italia. Quando non parlo o scrivo di business amo collezionare candele e provare tutti i tè e le tisane che trovo.
E questo è il mio sito: gioiagottini.com.
Gioia Gottini

Comments are closed.