Photo by Michał Grosicki on Unsplash

MY PERSONAL BRANDING.
A scuola dai grandi brand: Apple

È possibile ispirarsi ai grandi brand per trovare strategie utili da applicare ai nostri piccoli business? Sono convinta di sì: con un po’ di attenzione e creatività troveremo soluzioni nuove e interessanti, guardando alle realtà di successo.

LEZIONE 11: APPLE 

Parlare di grandi brand e non citare la Apple è impossibile: è un’azienda quasi leggendaria, che ha fatto scuola con scelte di branding davvero coraggiose e innovative. E anche se oggi è meno rivoluzionaria, mantiene delle caratteristiche che la rendono una grande fonte di ispirazione per noi piccoli.

1. LA TUA MISSION È TUTTO. Apple è quasi una filosofia, una religione. Ha avuto anche il suo monaco laico, Steve Jobs, con il suo atteggiamento zen e nemico della mediocrità. Chi si riconosce in questo brand ne sposa la filosofia fatta di dettagli, cura, precisione e innovazione. Ispirati così: lavora molto sulla tua mission e sui tuoi valori. Mettili bene in vista nella tua comunicazione. Non vuoi attirare solo clienti, ma anche spiriti affini.

Photo by Aaron Burden on Unsplash

2. INNOVARE VUOL DIRE SEMPLIFICARE. Tutti i prodotti di punta Apple (iPhone, Mac, iPod) si sono distinti per aver reso l’esperienza utente più semplice e fluida. Hanno reso la tecnologia esteticamente piacevole. Hanno eliminato il brutto e il superfluo. La vera innovazione toglie: è questa la lezione del design, che Apple ha fatto sua. Ispirati così: rendi la user experience del tuo cliente (sul tuo sito, e nei processi d’acquisto, ma anche nell’uso dei tuoi prodotti e servizi) il più possibile semplice e gratificante. Chiediti sempre: cosa posso eliminare, perché superfluo?

3. TUTTO IN UNO SLOGAN. Lo slogan storico di Apple, Think different, è bellissimo nella sua semplicità. È un invito a uscire dagli schemi, sposando non solo un nuovo sistema operativo, ma un modo diverso di avvicinarsi all’informatica. Oggi Apple non è più l’alternativa, ma continua a sfornare ottimi slogan (Lo Stay Hungry Stay Foolish di Jobs ha fatto scuola). Ispirati così: se ancora non hai un tuo slogan, lavoraci su. Non importa se non arrivi ai livelli di perfezione di questi: anche tu hai qualcosa da dire. Dillo!


4. SAPER FARE I LANCI. Ogni volta che Cupertino prepara un Keynote (conferenza in cui presenta le nuove uscite) si crea un fermento pazzesco, pari solo alle code fuori dagli Apple Store quando esce un nuovo modello iPhone. Saper lanciare nuovi prodotti è un’arte, che si fa a colpi di teaser. Esatto, proprio come uno spogliarello, le cose si rivelano piano piano, lasciando che l’immaginazione di chi guarda faccia il resto. Ispirati così: cura molto bene i tuoi lanci, con largo anticipo, e dando prima solo qualche indizio, per accendere la curiosità e creare attesa.

5. IL TARGET IDEALE. Esiste uno zoccolo duro di appassionati Apple che compra qualsiasi cosa abbia su la mela. Apple lo sa e cura questi fan con regali, anticipazioni ed esclusive. Ispirati così: non è facile costruire una vera e propria fanbase, ma puoi riuscirci se fai sentire il tuo cliente speciale, se previeni i suoi desideri e se associ ai tuoi prodotti un grado di coolness che si trasferisce a chi compra.

6. DIVERSIFICA SENZA DILUIRE. Cosa produce Apple? Ecco qua un elenco nemmeno troppo completo: computer, cellulari, tablet, orologi, cuffie, casse, tv, accessori. E persino una libreria musicale. C’è da scommettere che se domani uscissero le culle targate Apple, molti genitori le comprerebbero. Ma la verità è che tutti questi prodotti sono uniti dalla stessa filosofia: bellezza. Ispirati così: puoi certamente diversificare, ma ricordati che tutto quello che proponi deve essere allineato con la tua mission. È lì il fil rouge della tua attività. Non te ne allontanare troppo.

E tu, che rapporti anche con i prodotti Apple? Amore o odio? Raccontamelo qui.

E se vuoi ripassare le lezioni dei mesi precedenti, leggi qui.

Gioia Gottini

Gioia Gottini

Mi definisco "coltivatrice di successi" perché aiuto le donne a focalizzare i loro talenti, mettersi in proprio e farlo con profitto. I miei strumenti: in primis il Personal Branding (su cui ho scritto anche un libro, "Tutto fa branding") e poi il marketing, la comunicazione on line, il planning e lo studio di fattibilità di un business. Ho un blog molto seguito, in cui parlo di queste tematiche, e anche un canale youtube ("I Mercoledì della Mansardina"). Ho fondato a Torino una "Rete al Femminile" rivolta a donne imprenditrici, freelance, libere professioniste, ora diffusa in tutta Italia. Quando non parlo o scrivo di business amo collezionare candele e provare tutti i tè e le tisane che trovo.
E questo è il mio sito: gioiagottini.com.
Gioia Gottini

Comments are closed.