Pippi Calzelunghe

SABINA BELLI.
MARKETERs
Experience 2017

Il MARKETERs Club ci invita al primo appuntamento del nuovo anno accademico per gli appassionati di marketing, management e comunicazione: il MARKETERs Experience 2017.
Just Baked e Bake Agency sono felici di essere tra i media partner dell’evento.
Venerdì 17 Novembre 2017 l’innovazione tecnologica prenderà possesso dell’Aula Magna “Guido Cazzavillan” nel Campus economico dell’Università Ca’ Foscari di Venezia. Il nome dell’edizione 2017 sarà Technology: Cutting the Edge!.

MARKETERs Experience 2017
Il tema sarà l’innovazione tecnologica, perché la tecnologia è parte integrante dell’evoluzione culturale e il prodotto creativo della nostra immaginazione, dei nostri sogni e delle nostre aspirazioni.
Al MARKETERs Experience 2016 sono stati accolte circa 400 persone tra soci, appassionati e personalità del mondo imprenditoriale per assistere agli speech di Skyscanner, Booking.com e Emirates. Ora è il momento di superarsi: arrivano Microsoft, Uqido e Mercedes-Benz.

E voi cosa aspettate a registrarvi?  😉
Oggi, in anteprima su Just Baked, conosceremo Sabina Belli, Central Marketing Lead di Microsoft, che verrà a presentarci l’azienda di Redmond al MARKETERs Experience 2017.


Ci può dare una piccola anticipazione del suo intervento al MARKETERs Experience 2017?
«Il mio proposito è raccontare come sia sempre più strategica l’evoluzione dal mass all’engagement (o modern marketing), nel contesto delle piattaforme che analizzano i big data. Il fine è quello di scoprire cosa davvero vogliono i consumatori e quali sono le nuove opportunità di business. Oltre a entrare nello specifico su come Microsoft si stia muovendo, sempre più, verso un modello in cui il marketing passa da centro di costo a generatore di ricavi per l’azienda.»

Quando era bambina, cosa sognava di fare da grande? E qual è il suo lavoro oggi?
«Solo un nome Astrid Lindgren. Sognavo di diventare come l’autrice di Pippi Calzelunghe e di altri meravigliosi romanzi per ragazzi che letteralmente divoravo. Ormai sono quasi vent’anni che mi occupo di marketing e comunicazione. In effetti nel mio ruolo hanno ampio spazio la creatività, l’inventiva e le doti comunicative: le stesse che caratterizzano gli scrittori. In ogni caso, mi sono tolta la soddisfazione di scrivere un romanzo fantasy. È in formato ebook, non a caso, e s’intitola Piperita Luna e le streghe di Milano

Piperita Luna e le streghe di Milano di Sabina Belli

Sul suo Curriculum Vitae ci sono Omnitel, Mondadori e Microsoft: l’esperienza più bella e stimolante che ha vissuto in ognuna di queste tre aziende?
«Omnitel 2000 è stata la mia prima esperienza professionale. Era tutto nuovo e affascinante, in piena esplosione di Internet, e Omnitel era avanti anni luce dal punto di vista tecnologico rispetto alle altre telco. Facevo parte del team di project marketing che lavorava alla creazione del primo portale di contenuti multpiattafoma: Wap, Voice e Internet. Il progetto non è decollato, ma l’esperienza è stata molto intensa e formativa.
Mondadori.com era la start up digitale di Arnoldo Mondadori Editore. Anche in questo caso ero nel team marketing che ha portato alla luce da zero il portale web del più grande editore italiano. Poi è arrivata Microsoft: in 16 anni mi sono occupata dei lanci e della comunicazione di tutti i prodotti del mondo consumer, da MSN a Hotmail, da Xbox a Kinect, da Lumia a Surface. Mentre di recente ho preso il ruolo di responsabile del Marketing Centrale in ambito B2B.

Ammetto che il marketing di Xbox e del mondo consumer è stato molto appassionante, ma è adesso il momento più innovativo e di cambiamento. Il nuovo modello business è quello del cosiddetto Modern Marketing: le campagne di demand generation rimandano a webinar, ebook o eventi di interesse e valore specifico per una determinata audience. Per scaricare o fruire questi contenuti o per partecipare a un evento online o offline, è necessario registrarsi, e a questo punto al nuovo “lead” verranno proposti contenuti sempre più specifici e mirati. Quando il “lead” avrà raggiungo un numero sufficiente di “punti”, potrà essere contattato dai nostri account che gli proporranno soluzioni di business in linea con i suoi interessi ed esigenze professionali. In pratica da un semplice banner non ci si ferma al click e alla misurazione di metriche standard come impression o Click trough rate, ma si segue il potenziale cliente lungo tutto il funnel, attraverso un processo di “nurturing” che arriva fino al contatto fisico, senza soluzione di continuità.»

Nel dossier “Trova l’intrusa” l’osservatorio civico Openpolis analizza la presenza femminile nelle istituzioni, rilevando “il doppio binario su cui viaggiano le donne ancora oggi. Da una parte se ne contano di più, ma è anche vero che sono poche o pochissime nelle poltrone davvero importanti”. E il fenomeno purtroppo riguarda anche le società quotate in borsa… Secondo lei perché? Cosa si potrebbe fare per cambiare questa triste realtà?
«La presenza femminile nelle posizioni ai vertici come ad esempio nei consigli di amministrazione è sicuramente migliorata in Italia, grazie anche alla legge Golfo Mosca del 2011. Tuttavia ancora molto rimane da fare.
In Microsoft già da quasi un decennio nel processo di recruiting ci sono sempre il 50% di donne e il 50% di uomini. Questo ha fatto sì che oggi nel leadership team le donne siano la metà. Sul totale di 850 dipendenti, il 30% è donna e per un’azienda del mondo dell’IT è una percentuale importante. Il nostro nuovo Amministratore Delegato (Silvia Candiani), la prima donna in 32 anni di Microsoft Italia, si è data come obiettivo di portare l’incidenza delle dipendenti al 35% nel prossimo trienno.

Sabina Belli CMO Microsoft Italia

La strada è ancora lunga perché alla base c’è una cambio culturale da sostenere, un modello da trasformare, e occorre partire molto presto, fin dalle elementari, aiutando le bambine ad apprezzare le materie STEM che possano garantire loro maggior facilità nel trovare un lavoro.
Una ricerca condotta da Microsoft nei Paesi europei (inclusa l’ltalia dove sono state intervistate oltre 6000 bimbe) ha messo in evidenza che le così dette materie scientifiche piacciono e anche molto, ma verso i 14 anni quando si pensa alla scelta delle superiori e poi dell’università purtroppo c’è un drop. La ricerca ha evidenziato che la decisione di proseguire gli studi con materie più classiche non è dovuta a un venir meno dell’interesse per le STEM, ma a fattori culturali che spingono le giovani ad avviarsi a lavori ritenuti più consoni alle donne. Questo è a mio avviso il punto in cui si deve lavorare maggiormente.»

Xbox One X è la nuova console Microsoft, in arrivo nei negozi il 7 novembre: tre buoni motivi per i quali i nostri lettori dovrebbero sceglierla?
«Xbox One X è la console più potente esistente sul mercato e l’unica con il supporto nativo al 4K. Per gli appassionati e i core gamer è chiarissimo cosa questo vuole dire in termini di prestazione, qualità video e di gioco. Per tutti gli altri significa avere oltre alla migliore esperienza di gioco, anche uno strumento per vedere film in altissima definizione, quindi a tutti gli effetti uno strumento di entertainment a trecentosessanta gradi. Insomma, il regalo perfetto per questo Natale

Sabina Belli CMO Microsoft Italia

Ha spesso raccontato che ama scrivere da quando ha imparato a farlo e che, da bambina, sognava di fare la scrittrice di libri per ragazzi. Ha già una nuova ispirazione per il suo prossimo libro?
«In realtà sì, l’ho appena iniziato e non so se e quando lo finirò. Parla di una giovane business manager che si trova improvvisamente a dover sostituire l’amministratore delegato nel lancio ufficiale di un nuovo rivoluzionario ebook reader, in un’importantissima presentazione a New York, di fronte ad analisti e al board dell’azienda. Durante il viaggio farà una conoscenza molto particolare che le cambierà la vita…»

Un consiglio per gli ospiti del MARKETERs Experience 2017?
«Lasciatevi contaminare dagli stimoli, siate curiosi di conoscere anche le realtà e i settori diversi dal vostro. Il processo di digital transformation che sta avvenendo in tutte le aziende, sta cambiando tutte le regole del gioco, e quanto più sarete resilienti al cambiamento e con la vista più ampia possibile, maggiori saranno gli strumenti che avrete a disposizione per fare la differenza in ambito marketing.»

Sabina Belli al MARKETERs Experience 2017

Miriam Bendìa

Miriam Bendìa

Tra un viaggio e l’altro, vive a Roma.
Ha scritto un pugno di libri.
Come Philippe Daverio, sostiene che la vita con l'arte talvolta migliora l'arte della vita.
Sogna molto, la notte. E ha imparato, al risveglio, a fidarsi delle proprie visioni oniriche.
Da grande – dice – sogna di fare la scrittrice.
Miriam Bendìa

Comments are closed.