Storie sulla comunicazione e quello che ci circonda.

 

Newsletter

GIUSEPPE PALUMBO.
Il fotografo in bicicletta

Arte di Daniele Votta

27 dicembre 2017

Dal 7 dicembre (al 7 febbraio) al Museo delle arti e delle tradizioni popolari di Roma, arriva la mostra Visioni del Sud dedicata al fotografo in bicicletta Giuseppe Palumbo. Ricorda Vivian Maier per la sua passione nel ritrarre la vita quotidiana. E proprio come la fotografa statunitense è stato a lungo dimenticato. Recente, infatti, la scoperta di un suo vasto archivio fotografico di oltre 1700 scatti che ritraggono il Salento rurale della prima metà del Novecento.

Le prime immagini fotografiche risalgono al 1907: «fissare nell’immagine il ricordo di cose, che si andavano già avviando a definitiva scomparsa», era il compito che sentiva suo.

Palumbo, in bicicletta, andava in lungo e il largo per la regione catturando con il proprio obiettivo (dal 1907 al 1959) i luoghi, le genti, le tradizioni ma anche i monumenti e il paesaggio. Ne denunciava così l’incuria e la distruzione che avveniva per far spazio a nuove strade e costruzioni. Una storia che si ripete, ancora oggi, rendendo attualissimi i temi e le riflessioni che l’esposizione sollecita.

L’esposizione arriva al Museo delle Civiltà | Museo delle arti e delle tradizioni popolari con un allestimento site specific, ridisegnato sugli spazi del museo capitolino. Visioni del Sud «mette in scena» il Salento tra il 1907 e il 1959, trasformando la maestosa Sala delle Regioni in una grande piazza allestita a festa con una suggestiva installazione fatta di luminarie, che sarà il cuore della mostra. Una mostra diffusa, poiché le immagini di Palumbo segneranno il percorso lungo tutte le sale del Museo dialogando con i temi delle Arti e Tradizioni popolari.

Reduce dal successo dell’esposizione a Otranto, questa mostra-laboratorio itinerante, curata da Paolo Pisanelli e Francesco Maggiore, arriva nella Capitale grazie all’impegno dell’Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia e del Museo delle Civiltà per far conoscere e valorizzare, in modo originale e sperimentale, l’archivio fotografico di Giuseppe Palumbo, grande intellettuale e studioso, fotografo, ecologista ante litteram, esploratore e appassionato del patrimonio preistorico salentino.

Libro Terra Salentina Archivio Famiglia Palumbo
Libro Terra Salentina Archivio Famiglia Palumbo

«Palumbo fu un intellettuale del Sud, autore di un racconto che, seppure narra del Salento, può assurgere a testimonianza di tutto il Mezzogiorno, in quegli anni cruciali nei quali si costruiva culturalmente l’Italia», come afferma l’Assessore all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia Loredana Capone.

Visioni del sud Credits Archivio Fotografico Giuseppe Palumbo

Anche la celebre regista e fotografa sua conterranea, Cecilia Mangini, ne tesse le lodi: «Ha preceduto tutti. È un proteiforme, è un demartiniano anticipato e occulto. È il cantore del Sud. Nelle sue fotografie ecco la Puglia raccontata con oggettività e realismo, testimonianza accusatoria per il meridione ridotto a povera colonia del Nord industriale e progredito».

Leandro Ventura, Direttore dell’Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia, sottolinea «l’importanza di portare a Roma il Sud Italia e il Salento della prima metà del XX secolo, fissato da un osservatore impegnato e curioso, un vero intellettuale attento alla conservazione di un mondo in trasformazione, più che un semplice tecnico dello scatto fotografico».

Insomma, la mostra più adatta per queste festività! Assolutamente consigliata dalla nostra redazione.

 

Cover: Visioni del sud, inaugurazione di Torrematta ® Alessandra Tommasi 2017

Daniele Votta

Daniele Votta

Dall’analogico al digitale il percorso, gli obiettivi e le strategie non cambiano. In questo modo la passione per il marketing e la comunicazione che Daniele Votta ha applicato con energia ed entusiasmo, sia nell’organizzazione di eventi che nella produzione radiofonica, è ora approdata al social media marketing. CDA di successo in una delle più importanti radio private, account commerciale per il centro Italia di Edizioni Zero, docente di Marketing applicato alla radiofonia privata nei corsi della Facoltà di Scienze delle Comunicazioni dell’Università La Sapienza di Roma. Oggi fondatore e Managing partner di Bake Agency: agenzia di comunicazione e marketing con base a Roma. Una start up dal carattere forte, innovativo e creativo che si avvale della preziosa e qualificata collaborazione di coworkers da tutta Europa.
Daniele Votta