Storie sulla comunicazione e quello che ci circonda.

 

Newsletter

Quali sono alcuni esempi di neuro-marketing?

Ognuno ha uno schema secondo cui agisce… Va solo trovata la chiave giusta!

Quora in pillole, Rubriche di Valentina Tosi

19 febbraio 2019

Quora è una piattaforma di domande e risposte per condividere e accrescere la conoscenza nel mondo, un modo per connettersi con esperti che partecipano attraverso contenuti di qualità.

Nella rubrica Quora in pillole propongo ogni mese le risposte più interessanti, su tematiche che spaziano dal marketing alla comunicazione, dalla tecnologia fino all’arte e alle esperienze personali.
Se vuoi condividere le tue conoscenze o fare domande, iscriviti su it.quora.com.

La domanda di oggi: quali sono alcuni esempi di neuromarketing? 

Risposta di Maria Crucitti, Front-end developer.

 

Photo by JOSHUA COLEMAN on Unsplash
Photo by JOSHUA COLEMAN on Unsplash

 

Cosa ci influenza durante un acquisto? Quali sono i fattori che determinato la nostra scelta?

Il neuro-marketing nasce per rispondere a domande come queste; essendo una fusione tra neuroscienza e tecniche utilizzate per il marketing.

 

Gli esempi che si possono fare in quest’ambito sono davvero tanti:

  • La modalità di proposta di un servizio.

Tra gli annunci che riceviamo, gli spot pubblicitari e navigando sui siti web, avrai sicuramente notato frasi del tipo “Prova il nostro servizio… e disdici quando vuoi, basta un click” oppure quando compaiono le newsletter dei siti: “Non preoccuparti anche noi odiamo lo spam”.

 

Ti sei mai chiesto perché?

Una leva da non sottovalutare è il fastidio… Si stima che l’essere umano faccia di tutto per non provarne, tendiamo ad evitare ad esempio alcuni servizi di abbonamento, che ci provocano seccature o stress perché non sappiamo poi come uscirne.

Rassicurare l’utente su quella che è una sua paura è un fattore che potrebbe determinare la scelta di un servizio piuttosto che un altro.

 

Photo by Harry Quan on Unsplash
Photo by Harry Quan on Unsplash

 

  • L’utilizzo del colore.

Altre tecniche possono basarsi sulla scelta di determinati colori (sull’olfatto nel caso dei fast food in America) più gradevoli rispetto ad altri.
È una strategia che viene utilizzato molto anche nelle applicazioni o nel cinema, sapevi che il colore “blu” ha un effetto tranquillizzante?

 

  • Il prezzo imposto per un prodotto.

Anche i prezzi, in base a come vengono inseriti, possono o meno influenzarci!

 

 Ci sono diversi esempi che si potrebbero fare qui ma preferisco raccontare una storiella rintracciabile in uno dei libri che ho consigliato nel mio articolo sul neuro-marketing.

 Esistono degli “schemi d’azione” secondo cui ognuno di noi è abituato ad agire senza pensare, istintivamente.

 Nel libro viene riportata una vicenda sull’acquisto dei “turchesi da parte dei turisti. Quest’ultimi, visitando il negozio di souvenir tutto l’anno, non venivano mai presi in considerazione, nonostante fossero stati scontati.
Per un errore dei commessi, accadde che tutti gli articoli in vendita furono messi in saldo… Tutti tranne i turchesi che, questa volta, avevano il loro prezzo originale maggiorato!

Morale della storia? I turisti acquistarono finalmente queste splendide pietre nonostante fossero a prezzo pieno! Perché?  Molto spesso si è stati educati secondo lo schema “se un articolo costa, allora è di qualità”.

Con questo non dico che i prezzi vanno aumentati, attenzione, ma che…

Ognuno ha uno schema secondo cui agisce… Va solo trovata la chiave giusta!

 

Se ti interessano nuovi esempi, o un approfondimento, ho parlato del neuromarketing e delle tecniche di vendita a questo link.

 

Valentina Tosi

Valentina Tosi

Vive a Mountain View (California) dove riveste il ruolo di Head of Community Relations per l’Italia, in Quora. Valentina si è unita all’azienda nell’aprile del 2017 e si è occupata del lancio di Quora in Italiano, dopo aver lavorato a Google come Territory Manager per l’America Latina. Da quando si è trasferita in Silicon Valley, nel 2011, ha rivestito ruoli simili in altre aziende hi-tech. In precedenza ha vissuto a Barcellona, dove ricopriva il ruolo di Country Manager in una start-up del settore software as a service. Laureata in Lingue e Cultura per l’Impresa all’Università di Urbino, è nata e cresciuta a Gatteo Mare, in Romagna.
Valentina Tosi

 

Copertina: Photo by John Doyle on Unsplash

 

Maria Crucitti: Front-end developer | Web Master | SEO • Freelance
Remote freelance worker.
Ha studiato presso Ingegneria delle Telecomunicazioni (2015).