Storie sulla comunicazione e quello che ci circonda.

 

Newsletter

Motivazione e ispirazione: i libri che ogni SEO dovrebbe leggere

Libri di Miriam Bendìa

11 aprile 2019

In un mondo competitivo come quello dei SEO ogni giorno dobbiamo lottare per scalare posizioni e “piazzare” al meglio le nostre pagine. Un compito non semplice se non siamo al 100% fisicamente. Ma soprattutto se non siamo focalizzati in quello che facciamo.

Proprio per questo oggi parleremo dei libri motivazionali più importanti che ogni operatore o marketer dovrebbe leggere almeno una volta nella vita.

Abbiamo già parlato dei testi tecnici indispensabili. Proviamo ad allargare l’orizzonte e ad arricchire noi stessi oltre che i nostri siti.

Chiunque abbia sentito parlare di libri motivazionali o abbia intrapreso un percorso di automiglioramento non può non essersi imbattuto almeno una volta in “Pensa e arricchisci te stesso” di Napoleon Hill. Uno dei testi che ha ispirato milioni di persone in tutto il mondo e che ha venduto oltre trenta milioni di copie. Nelle sue pagine è possibile ritrovare la basi della famosa “legge di attrazione” che fonda il pensiero positivo.

Attenzione però. Il testo di Hill non è incentrato solo sul pensare nella maniera giusta.

È anche un’opera che invita all’azione tramite lo sviluppo dei suoi 13 principi fondamentali: i pensieri sono cose, il desiderio, la fede, l’autosuggestione, la conoscenza specialistica, l’immaginazione, la programmazione organizzata, la decisione, la tenacia, il potere dell’alleanza di cervelli, il mistero della trasmutazione sessuale, il subconscio, il cervello, il sesto senso, i sei spettri della paura. Approfondire questi punti cardine vi aiuterà ad affrontare le sfide della vita, del lavoro (e del web) con la giusta attitudine.

Scendiamo da tredici principi a “Sette Regole per avere successo”. È il titolo del testo di Stephen R. Covey (nella versione inglese “The 7 habits of highly effective people”).

La traduzione anglosassone rende meglio l’idea di un libro che parla di abitudini e di atteggiamenti per diventare persone “efficaci”, dando forte importanza alla dimensione umana.

Più che un libro su come avere successo materiale nella vita, quello di Covey è un lavoro che insegna a vivere bene con sé stessi, a porre il traguardo nella felicità tout court e non nel denaro o nel riconoscimento sociale. Tra le lezioni più interessanti quella di “cominciare dalla fine”: elaboriamo una strategia finale per la nostra esistenza basata sui valori chiave e allineiamo ogni scelta alla loro piena realizzazione. Ottimizziamo quindi il nostro tempo (e torniamo al nostro caro concetto di “Optimization”) senza sprecare tempo e risorse in attività o impieghi che potrebbero farci deviare dal nostro obiettivo.

Un saggio comandante si premura di approvvigionarsi in campo nemico. Un carico di provviste nemiche equivale a venti carichi propri“. Sono parole di Sun-Tzu, l’autore de “L’arte della guerra”, uno dei libri fondamentali incentrati sulla strategia e sulle varie tattiche per aver ragione dei propri avversari. Un’opera che da secoli (si pensa che sia stato scritto tra il VI e il V secolo A.C) ha superato gli stretti confini delle arti militari per diventare fonte di ispirazione in migliaia di attività odierne, che siano sportive, lavorative ecc…

E d’altronde cos’è la SEO se non una lotta strategica per scalare la vetta dei motori di ricerca togliendo “provviste” alla concorrenza?

 

The_Art_of_War_Running_Press
Photo by Kallemax / public domain

 

A metà tra un testo motivazionale e un libro sulle tecniche di imprenditoria digitale, troviamo “Codice Montemagno” di Marco Montemagno. Un lavoro in cui l’autore, tra pensiero positivo e visione costruttiva del futuro, racconta la sua esperienza come imprenditore di successo e che raccoglie i concetti più importanti contenuti nei suoi video e workshop volti ad aiutare chi è deciso a mettersi in proprio e a farsi un nome nel mondo dell’online.

Un vero e proprio percorso di formazione e il racconto sincero di un ragazzo che ha creduto in sé stesso e grazie al corretto atteggiamento mentale ha raggiunto gli obiettivi di una vita.

Fin dai tempi antichi alcune delle lezioni più importanti per l’uomo sono arrivate dalle fiabe e dai racconti. Per questo è importante parlare di “Chi ha spostato il mio formaggio?” di Spencer Johnson, ex medico diventato poi scrittore per bambini.

Il suo libro più famoso, 26 milioni di copie vendute e tradotto in 37 lingue, è nato sulla scorta di una storia che l’autore raccontava durante gli incontri pubblici. Una fiaba che narra i cambiamenti che avvengono all’interno di un labirinto in cui quattro personaggi (due topolini e due gnomi) vanno alla ricerca del formaggio, cibo che rappresenta gli obiettivi della vita. E se il labirinto è il luogo in cui passiamo il nostro tempo alla ricerca dell’oggetto del desiderio, il formaggio è il traguardo. Un traguardo che una volta raggiunto va saputo gestire e incanalare nella giusta direzione per non rimanerne schiacciati o delusi.

Miriam Bendìa

Miriam Bendìa

Tra un viaggio e l’altro, vive a Roma.
Ha scritto un pugno di libri.
Come Philippe Daverio, sostiene che la vita con l'arte talvolta migliora l'arte della vita.
Sogna molto, la notte. E ha imparato, al risveglio, a fidarsi delle proprie visioni oniriche.
Da grande – dice – sogna di fare la scrittrice.
Miriam Bendìa

Cover: Photo by dweedon1 / CC By 0