Storie sulla comunicazione e quello che ci circonda.

 

Newsletter

Star Wars: L’Ascesa di Skywalker

I personaggi del film ereditano dalle precedenti generazioni sia i peccati dei padri sia la saggezza che hanno acquisito.

Film, Just Viewed, Rubriche di Daniele Votta

18 Dicembre 2019

Il nuovo (attesissimo) capitolo della saga targata Lucasfilm arriverà nelle sale italiane oggi, 18 Dicembre.

La saga volge al termine. La storia vivrà per sempre. Il culmine di un racconto che ci appassiona da 42 anni.

 

 

Lucasfilm e il regista J.J. Abrams uniscono ancora una volta le forze per condurre gli spettatori in un epico viaggio verso una galassia lontana lontana con Star Wars: L’Ascesa di Skywalker.

L’avvincente conclusione dell’iconica saga degli Skywalker, in cui nasceranno nuove leggende e avrà luogo la battaglia finale per la libertà.

La sceneggiatura è scritta da J.J. Abrams e Chris Terrio e il film è prodotto da Kathleen Kennedy, Abrams e Michelle Rejwan, mentre Callum Greene, Tommy Gormley e Jason McGatlin sono i produttori esecutivi.

 

Il poster di Star Wars: L’Ascesa di Skywalker

 

Il cast vede il ritorno di gran parte dei protagonisti delle due pellicole precedenti e comprende Carrie Fisher, Mark Hamill, Adam Driver, Daisy Ridley, John Boyega, Oscar Isaac, Anthony Daniels, Naomi Ackie, Domhnall Gleeson, Richard E. Grant, Lupita Nyong’o, Keri Russell, Joonas Suotamo, Kelly Marie Tran e Billy Dee Williams.

Circa un anno dopo gli eventi de Gli ultimi Jedi, Rey si sta allenando sotto la guida del generale Leia Organa, per completare la sua istruzione di Jedi.

Nel frattempo Kylo Ren, il nuovo Leader Supremo, ottiene un dispositivo che gli consente di raggiungere Exegol, un pianeta nascosto nelle Regioni Ignote dove da tempo si nasconde l’Imperatore Palpatine, che, grazie al lato oscuro della Forza, è mantenuto in uno stato di non-morte mediante un complesso supporto vitale. Costui ha preparato un’immensa flotta di incrociatori stellari, ciascuno dotato di un’arma in grado di distruggere un pianeta, con la quale intende invadere la galassia e ripristinare il defunto Impero Galattico.

Palpatine promette a Ren di fornirgli la flotta per farlo diventare il nuovo Imperatore, ma a condizione che uccida Rey.

 

Star Wars: L’Ascesa di Skywalker

 

Joonas Suotamo, l’attore finlandese che torna a interpretare Chewbacca, è stato protagonista della giornata di apertura di Lucca Comics & Games 2019.

Mercoledì 30 Ottobre, presso il cinema Astra, i fan hanno potuto partecipare a una masterclass con Joonas Suotamo per celebrare l’uscita del film sequel delle vicende che hanno conquistato il pubblico nei precedenti Star Wars: Il Risveglio della Forza e Star Wars: Gli Ultimi Jedi.

 

 

J.J. Abrams: «Il titolo Rise of Skywalker sembra quello più giusto per questo capitolo, anche se è provocatorio e solleva una serie di domande.
Ma credo che quando vedrete il film, capirete in che senso va inteso e cosa significa.

Nel flusso di titoli che ha avuto questo progetto c’era una particolare responsabilità: non doveva essere solo la fine di tre film, bensì di nove, e l’idea di incorporare le storie che sono venute prima è proprio al centro della pellicola.

Voglio dire che i personaggi del film ereditano dalle precedenti generazioni sia i peccati dei padri sia la saggezza che hanno acquisito.

E la sfida della nuova generazione è di vedere se ne sono all’altezza, se possono reggere quello che devono diventare.»

Arrivando a questo film abbiamo una grande eredità e anche noi ci chiediamo se possiamo farcela, è la domanda che ci facciamo ogni giorno.

 

 

Daniele Votta

 

Star Wars: L’Ascesa di Skywalker
Regia di J.J. Abrams.
Un film con: Carrie Fisher, Mark Hamill, Adam Driver, Daisy Ridley, John Boyega, Oscar Isaac.
Titolo originale: Star Wars: Episodio IX – The Rise of Skywalker.
Genere: Azione, Avventura, Fantastico.
USA, 2019: durata 155 minuti.
Uscita al cinema in Italia: mercoledì 18 Dicembre 2019, distribuito da Walt Disney.

 

Cover Photo: Daisy Ridley è Rey in Star Wars: L’Ascesa di Skywalker