Storie sulla comunicazione e quello che ci circonda.

 

Newsletter

Cate Blanchett Presidente della Giuria internazionale del Concorso Venezia 77

Il suo immenso talento d'attrice, unitamente a un’intelligenza unica e alla sincera passione per il cinema, sono le doti ideali per un presidente di giuria.

Film di Miriam Bendìa

16 gennaio 2020

Sarà l’attrice e produttrice Cate Blanchett a presiedere la Giuria internazionale del Concorso della 77. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia (2 > 12 settembre 2020), che assegnerà il Leone d’oro per il miglior film e gli altri premi ufficiali.

La decisione è stata presa venerdì 10 gennaio u.s. dal Cda della Biennale presieduto da Paolo Baratta, che ha fatto propria la proposta del Direttore artistico del settore cinema Alberto Barbera.

 

Cate Blanchett nell’accettare la proposta ha dichiarato:

Ogni anno attendo la selezione di Venezia e ogni anno essa risulta sorprendente e notevole.

Venezia è uno dei festival di cinema più suggestivi al mondo: una celebrazione di quel mezzo provocatorio e stimolante che è il cinema in tutte le sue forme. È un privilegio e un piacere essere quest’anno presidente di giuria.

 

Alberto Barbera:

Cate Blanchett non è soltanto un’icona del cinema contemporaneo, corteggiata dai più grandi registi dell’ultimo ventennio e adorata dagli spettatori di ogni tipo.

Il suo impegno in ambito artistico, umanitario e a sostegno dell’ambiente, oltre che in difesa dell’emancipazione femminile in un’industria del cinema che deve ancora confrontarsi pienamente con i pregiudizi maschilisti, ne fanno una figura di riferimento per l’intera società.

Il suo immenso talento d’attrice, unitamente a un’intelligenza unica e alla sincera passione per il cinema, sono le doti ideali per un presidente di giuria.

Sarà un enorme piacere ritrovarla in questa nuova veste a Venezia, dopo averla applaudita come magnifica interprete dei film Elizabeth di Shekhar Kapur e I’m not there di Todd Haynes, che le valse la Coppa Volpi come miglior attrice nel 2007.

 

Cate Blanchett | Ph Credits Steven Chee
Cate Blanchett | Ph Credits Steven Chee

 

 

I premi da assegnare

 

La Giuria internazionale di Venezia 77, che sarà presieduta da Cate Blanchett e che sarà composta complessivamente da 7 personalità del cinema e della cultura di diversi Paesi, è chiamata a individuare i lungometraggi in Concorso ai quali saranno assegnati i seguenti premi ufficiali:

  • Leone d’Oro per il miglior film
  • Leone d’Argento – Gran Premio della Giuria
  • Leone d’Argento – Premio per la migliore regia
  • Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile
  • Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile
  • Premio per la migliore sceneggiatura
  • Premio Speciale della Giuria
  • Premio Marcello Mastroianni a un giovane attore o attrice emergente

 

La premiazione avrà luogo nella serata conclusiva (12 settembre 2020) della prossima 77. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia.

 

Cate Blanchett

 

 

I segreti di bellezza di Cate

 

Cate Blanchett deve aver rubato qualche segreto di bellezza alle dive del passato.

O forse solo uno: quando trovi il beauty look perfetto per te non abbandonarlo mai.

E così se Audrey Hepburn amava i look semplici acqua e sapone, con i capelli raccolti, ed Elizabeth Taylor non usciva mai di casa senza un tocco di eyeliner, Cate Blanchett non abbandona mai l’effetto natural dove la semplicità la fa da padrone.

Pochi ma semplici elementi per la sua beauty bag: un buon fondotinta leggero, una matita occhi e un mascara per enfatizzare gli occhi, un tocco di blush rosato o corallo e, per ultimo, un rossetto nude luminoso.

Ama il look bonne mine dove un soffio di blush sulle gote va ad illuminare una base delicata e uniforme.

Tocco finale, come dichiarato da lei stessa, una matita chiara all’interno dell’occhio che alleggerisce lo sguardo, illuminandolo ed eliminando eventuali segni di stanchezza.

Ovviamente non manca il mascara, ideale per incorniciare gli occhi magnetici dell’attrice.

Il plus? Cate non ha paura delle rughe e le mostra con orgoglio a flash e telecamere.

 

Miriam Bendìa

Tra un viaggio e l’altro, vive a Roma.
Ha scritto un pugno di libri.
Come Philippe Daverio, sostiene che la vita con l'arte talvolta migliora l'arte della vita.
Sogna molto, la notte. E ha imparato, al risveglio, a fidarsi delle proprie visioni oniriche.
Da grande – dice – sogna di fare la scrittrice.
Miriam Bendìa

Cover: Cate Blanchett sul red carpet di Venezia nel 2018 | Photo by Maria Moratti/Contigo/Getty Images

 

Cate Blanchett è un’attrice internazionalmente acclamata e pluripremiata, nonché produttrice, filantropa e attiva protagonista della comunità artistica.

A riconoscimento della sua continua difesa delle arti e del suo appoggio alle cause umanitarie e ambientali, a Cate Blanchett è stato conferito il Companion of the Order of Australia in the General Division, la Centenary Medal for Service to Australian Society through Acting. Nonché lo Stanley Kubrick Award per l’eccellenza cinematografica, lo Women in Film Crystal + Lucy Award per avere valorizzato i ruoli femminili nella cinematografia e il Chevalier de l’Ordre des Arts et des Lettres da parte del Ministero della Cultura francese.

Ha ricevuto la Laura ad honorem in Lettere dall’Università del New South Wales, dall’Università di Sidney e dalla Macquarie University.

Nel 2018 Cate Blanchett è stata presidente di giuria al 72. Festival di Cannes. Le sue numerose, straordinarie interpretazioni cinematografiche le hanno fatto ottenere tre premi Bafta, due Oscar, tre Golden Globe, una Coppa Volpi e numerose altre nomination.

Blanchett è altrettanto riconosciuta in ambito teatrale avendo diretto la Sydney Theatre Company in qualità di co-direttore artistico e CEO per sei anni, insieme a suo marito Andrew Upton.

Per i suoi ruoli teatrali è stata nominata per un Tony e premiata con l’Ibsen Centennial Commemoration Award.

Blanchett è sostenitrice del Sydney Film Festival, ambasciatrice dell’Australian Film Institute e dell’Old Vic Theatre e ambasciatrice a vita dell’Australian Conservation Foundation.

È anche Global Goodwill Ambassador per l’Alto Commissario per i Rifugiati delle Nazioni Unite ed è stata premiata con il Crystal Award nel 2018 al World Economic Forum di Davos.

È co-fondatrice e Presidente della casa di produzione Dirty Films insieme ad Upton. Dirty Films ha prodotto, tra gli altri film, Carol, Truth e Little Fish.

Sarà executive producer delle nuove e molto attese serie limitate per FX di Mrs. America e delle sei puntate della serie drammatica Stateless sul sistema dell’immigrazione australiano per conto dell’Australian Broadcast Company.