Storie sulla comunicazione e quello che ci circonda.

 

Newsletter

Onward: oltre la magia

Film, onefilm oneday, Rubriche di Ludovica Casula

3 marzo 2020

In principio, la Magia regnava in un mondo abitato da creature elfiche e incantate.

Col tempo, però, l’uso di incantesimi iniziò a diminuire, lasciando il posto alle prime invenzioni scientifiche, fino a che ogni formula magica non venne più utilizzata, abbruttendo e svigorendo, così, la vita degli esseri viventi.

Onward – Oltre la magia, film d’animazione di Dan Scanlon, liberamente ispirato alla sua vera storia, riesce a legare perfettamente fantasia e mondo reale.

La vicenda è quella di Ian, un elfo adolescente timido e insicuro di sé, che al suo sedicesimo compleanno decide di voler cambiare, cercando di diventare una persona migliore.

Abita con la madre e il fratello maggiore Barley, nerd appassionato di giochi da tavola e carte, che non ha paura di niente e di nessuno.

La madre consegna ai due ragazzi un bastone magico lasciato dal padre prima di morire, in grado di riportarlo in vita per 24 ore.

L’incantesimo non riuscendo del tutto, riporta in vita solo la parte inferiore del genitore, per questo i due fratelli dovranno affrontare una fantastica avventura e una corsa contro il tempo per rivedere il padre un’ultima volta.

 

Ian e Barley ©2019 Disney/Pixar. All Rights Reserved.

 

L’ultimo film della Pixar ripropone la tematica dei rapporti familiari, focalizzandosi, come in Frozen, su quello della fratellanza.

Due fratelli legati da un’assenza, dalla mancanza di un punto di riferimento.

Entrambi affrontano il lutto in maniera diversa: Ian, non ha mai conosciuto il padre e soffre costantemente per questo.

Barley, invece, ha alcuni ricordi, ma vive con il rimpianto di non avergli dato l’ultimo saluto.

Soltanto attraverso questo viaggio capiranno che la figura paterna può rivelarsi attraverso altre fattezze.

Infatti, il titolo “Onward”, tradotto “in avanti”, non sta solo ad indicare la direzione che devono seguire i due protagonisti per raggiungere l’obbiettivo, ma è un consiglio a “guardare avanti o oltre”, lasciando indietro le proprie insicurezze, le perdite e concentrarsi sul futuro.

Scanlon con il suo racconto ci fa notare come, ormai, ci siamo adagiati, dimenticandoci delle cose importanti e interessandoci a quelle superflue.

Soprattutto, ci ricorda che attraverso l’immaginazione, la creatività e l’accettazione di noi stessi possiamo recuperare quella magia che vive all’interno di tutti noi.

Onward – Oltre la magia è, inoltre, il primo cartone Pixar che porta sullo schermo un personaggio LGBT.

Il film sarà disponibile nelle sale dal 16 Aprile.

 

una scena del film © 2019 Disney/Pixar. All Rights Reserved.

 

Ludovica Casula

Ludovica Casula si è laureata in Didattica e Comunicazione dell’Arte presso l’Accademia di Belle Arti di Roma.
Frequenta il secondo anno di magistrale del corso di Teatro, Cinema, Danza e Arti Digitali presso l’Università La Sapienza.
Fin da piccola coltiva la passione per le arti, in particolare per il cinema e la fotografia. Affascinata da tutti gli ambiti che hanno a che fare con il “dietro le quinte” del cinema, dopo varie esperienze lavorative e non, ha aperto una pagina social
“Onefilm.Oneday” attraverso la quale commenta e consiglia film per avvicinare le persone alla
settima arte.
Inoltre, durante i suoi viaggi, realizza piccoli reportage fotografici personali in linea
con lo stile prediletto, la Street Photography.
Altri interessi pregnanti sono la letteratura e la musica, che vengono proposti sui suoi profili social.