Storie sulla comunicazione e quello che ci circonda.

 

Newsletter

Gianni Cuperlo: “La scopa di don Abbondio” di Luciano Canfora

#iorestoacasa e leggo un libro

Libri di Gianni Cuperlo

8 aprile 2020

Anche il libro di cui parliamo oggi è piuttosto smilzo.

Ma, lo sapete bene, non è il numero delle pagine che definisce la qualità di un testo.

Soprattutto se si tratta di un saggio, come in questo caso.

 

 

Luciano Canfora, La scopa di don Abbondio, Laterza 2018.

 

Gli uomini nascono e restano liberi e uguali.

Noi non possiamo più lasciare ad altri quel campo dell’uguaglianza e della lotta al contrasto delle disuguaglianze più feroci.

E allora, forse, anche il nostro vocabolario dovrebbe risentirne.

Dovremmo parlare meno di governance e più di sovranità popolare.

Insomma la scopa di don Abbondio non solo rimescola le carte (e crea nuovi rapporti di forza) ma incide su molte filosofie della storia…

E, alla fine, impone anche una nuova riflessione sul significato ultimo della parola Storia.

Lo spirito del cambiamento non può mai tradursi solamente in una pedagogia, non si apprendono le spinte per il pensiero eretico e utopico attraverso degli abbecedari.

Si apprendono nell’esperienza!

E, oggi, una nuova generazione è messa nella condizione di vivere la propria esperienza diretta dentro un capitolo fondamentale della storia, del quale discuteremo a lungo per tanti anni e che potrebbe (io penso dovrebbe) mutare tante categorie: del pensiero sociale, di quello economico e di quello politico.

 

La speranza di adesso che dobbiamo nutrire non è quella di un vaccino che possa immunizzarci tutti ma quella che la scopa di don Abbondio possa aiutarci a costruire un futuro diverso sulla base di valori, principi, politiche e di un senso di responsabilità che ci riconduca al presente.

 

 

#iorestoacasa e leggo un libro

 

Gianni Cuperlo

Gianni Cuperlo, all'anagrafe Giovanni Cuperlo (Trieste, 3 settembre 1961), è un politico italiano.
Diplomato presso il Liceo Classico "Francesco Petrarca" di Trieste nel 1980, durante gli anni del liceo si avvicina alla politica e comincia la militanza nella Federazione Giovanile Comunista Italiana (FGCI), della quale diventerà Segretario Nazionale nel 1988, guidandola fino al passaggio nella Sinistra Giovanile.
Laureato all'Università degli Studi di Bologna nel 1985 in Discipline delle Arti, Musica e Spettacolo (DAMS), discutendo una tesi in Sociologia della Comunicazione con relatore Mauro Wolf.
È sposato con Ines Loddo, conosciuta nella FGCI; dalla coppia è nata una figlia, Sara.

Dirigente del Partito Democratico della Sinistra e poi dei Democratici di Sinistra, è stato responsabile della comunicazione dal 1992 al 1994 e membro della Segreteria Nazionale dei DS.
Nel 2006 è eletto deputato del Friuli-Venezia Giulia, nel 2008 nella Circoscrizione Toscana, nel 2013 nella Circoscrizione Lazio 1.
È stato docente a contratto presso l'Università di Teramo, insegnando Teoria e tecnica della comunicazione pubblica, Comunicazione politica e Analisi della sfera pubblica.

Ogni giorno, sulla sua pagina Facebook, ti consiglia un libro.
Gianni Cuperlo