Storie sulla comunicazione e quello che ci circonda.

 

Newsletter

Lindstrom Report: le 3 predizioni

Come siamo cambiati dopo il Coronavirus?

Comunicazione di Susanne Vogl

22 Aprile 2020

Secondo gli psicologi le situazioni più stressanti che dobbiamo affrontare nella nostra vita sono i divorzi, la morte delle persone che amiamo e i traslochi in una nuova casa.

Adesso possono aggiungere un’altra esperienza alla statistica: il Coronavirus.

Gli esperti sono tutti d’accordo. La pandemia avrà un effetto a lungo termine sulle nostre vite.

Martin Lindstrom ci racconta che cosa succederà secondo lui, ma non è una bella notizia…

 

We’ll all get fat (in fact, we’re already getting fatter by the day).

 

Non siamo mai ingrassati tanto quanto è successo nelle settimane scorse e purtroppo questo non cambierà. L’industria chiama il nostro comportamento “Mindless Munching”, significa che mangiamo senza pensare, per un impulso totalmente automatico.

Esperimenti con i ratti hanno mostrato lo stesso risultato, quando si sentono stressati, mangiano di più.

Quando noi uomini siamo stanchi, il desiderio di dopamina ci fa mangiare ancora di più.

Anche quando dobbiamo affrontare cambiamenti gravi – sì, esatto – mangiamo di più.

 

 

Per questo la predizione per il tempo dopo il Coronavirus è semplice. La gente mangerà di più e crescerà la domanda per esempio di app per cucinare, di libri che si occupano delle diete, di corsi per una vita sana, di corsi sportivi.

 

Divorce rates will rise.

 

Negli Stati Uniti la violenza domestica si è triplicata dall’inizio della quarantena. I fattori per questo sviluppo si dimostrano nella mancanza della routine, nella chiusura delle chiese e nel fatto che le persone stanno tutto il tempo molto vicine ai membri della famiglia.

Non ridere: la chiesa è un bell’esempio per rituali e routine che non sono mai cambiati da migliaia di anni.

In realtà tutti noi facciamo più di 350 rituali ogni giorno.

 

È stato calcolato che abbiamo dovuto cambiare il 40% dei nostri rituali quotidiani a causa del momento di crisi che attraversiamo.

 

chiesa - routine - rituale
Ph by Patrick Fore on Unsplash

 

Potremmo dire che non ci importa molto, ma non è vero. Per esempio alcuni esperimenti con le galline mostrano come cambiamenti nella routine del cibo causano violenza tra le galline – dopo solo due ore!

La conclusione è semplice, ma spaventosa: il tasso di divorzi mostrerà un notevole aumento.

 

Quale è il mio scopo nella vita?

Dopo tutto questo, ci sveglieremo in una nuova realtà e avremo un’altra prospettiva sulla nostra vita.

Tante persone adesso hanno capito che cosa significa essere solo.

 

Tante persone si trovano a rischio di depressione a causa della quarantena.

La nuova situazione ci dà tanto tempo – alcuni dicono troppo – per riflettere su noi stessi, sulle nostre vite, sul nostro futuro.

Così ripensiamo il nostro ruolo nella società.

Qualcuno userà questo periodo in un modo utile e farà un “Rebrand” di se stesso.

Se ne abbiamo la forza, è possibile usare il Coronavirus come una seconda possibilità per creare una nuova immagine di noi stessi.

 

sport - pericoloso - audace

 

Nel futuro la nostra percezione sul valore dei soldi cambierà.

 

Chiederemo a noi stessi: quanto valgono i soldi, se non possiamo usarli?

Ci sarà un risveglio della “Bucket-List”: più avventure, più sport audace, più feste, più viaggi e soprattutto trascorreremo più tempo con le nostre famiglie e con gli amici.

Baseremo la nostra esistenza su un principio semplice: abbiamo solo una vita.

 

digitale - phone - laptop
Ph by William Iven on Unsplash

 

I nostri capi potrebbero approfittare della situazione. Le video call e i meeting virtuali dimezzano le spese e raddoppiano la produttività.

Ma se tu sei un capo, non ti illudere. Eravamo costretti a usare le possibilità digitali per mantenere la distanza tra di noi.

Quando il Coronavirus abbandonerà il nostro pianeta, un virus più grande verrà nelle nostre vite: le domande fondamentali sul nostro scopo nella vita, al lavoro e a casa.

In questo periodo realizzeremo tutti che la nostra vita sociale è la fonte della nostra felicità.

 

Sì, certo. Siamo sopravvissuti al virus e abbiamo appreso la capacità di uno stile di vita 100% digitale.

All’inizio sembrava interessante, ma qualcosa ci mancava.

 

amici - vicino - coronavirus
Ph by Helena Lopes on Unsplash

 

Abbiamo bisogno del “qualcosa”, desideriamo non solo parlare a qualcuno sul cellulare, perché ci serve anche il contatto fisico, per essere felici.

 

 

Questo articolo è una traduzione di “The Lindstrom Report: Three predictions: This is how we´ll change post-coronavirus” di Martin Lindstrom.

 

Se volte saperne di più su Martin Lindstrom, leggete la nostra intervista!