Storie sulla comunicazione e quello che ci circonda.

 

Newsletter

Come si crea un Business Plan?

Quora in pillole, Rubriche di Valentina Tosi

1 giugno 2020

Quora è una piattaforma di domande e risposte per condividere e accrescere la conoscenza nel mondo, un modo per connettersi con esperti che partecipano attraverso contenuti di qualità.

Nella rubrica Quora in pillole propongo ogni mese le risposte più interessanti, su tematiche che spaziano dal marketing alla comunicazione, dalla tecnologia fino all’arte e alle esperienze personali.
Se vuoi condividere le tue conoscenze o fare domande, iscriviti su it.quora.com.

 

La domanda di oggi:

come si crea un Business Plan??

 

Risposta di Matteo Cavalieri, imprenditore, consulente, Controller presso immersiO – Virtual Reality 2 Business.

 

Photo by Andreas Klassen on Unsplash
Photo by Andreas Klassen on Unsplash

 

Il Business Plan è un documento complesso e corposo.

Anche se tanti pensano che si tratti sostanzialmente di un foglio excel con ricavi e costi previsionali in questo documento c’è molto di più.

 

Non ti sto a ripetere come è fatta la struttura: per quello c’è anche Business plan – Wikipedia che è sicuramente più dettagliato di quanto possa scrivere io.

Su come si crea invece posso risponderti: innanzitutto si parte dalle metriche che già conosci. Durante la fase preliminare dovresti aver raccolto i dati relativi a costo di acquisizione cliente e valore di ogni cliente acquisito (per i maniaci delle sigle: CAC e CLTV).

Devi riuscire a capire quanto devi scalare per diventare sostenibile e quindi quale è il break even point: il livello di vendite che ti permette di essere profittevole con la struttura che hai scelto di avere. In questa fase si capisce quale è la struttura corretta per questo progetto o quali sono le alternative.

Si passa quindi alla determinazione degli investimenti necessari per raggiungere la struttura e il livello di business richiesto e dei tempi necessari per arrivare a quelle dimensioni.

 

Solo a questo punto si può sapere l’investimento necessario (e la sua pianificazione temporale) e si può pensare di capire dove recepire le risorse tenendo presente che nella fase iniziali saranno iniezioni di capitale di rischio (capitale dell’imprenditore o di operatori specializzati) e che solo al raggiungimento di una soglia minima di fatturato sarà possibile iniziare con una quota di debito.

 

Valentina Tosi

Vive a Mountain View (California) dove riveste il ruolo di Head of Community Relations per l’Italia, in Quora. Valentina si è unita all’azienda nell’aprile del 2017 e si è occupata del lancio di Quora in Italiano, dopo aver lavorato a Google come Territory Manager per l’America Latina. Da quando si è trasferita in Silicon Valley, nel 2011, ha rivestito ruoli simili in altre aziende hi-tech. In precedenza ha vissuto a Barcellona, dove ricopriva il ruolo di Country Manager in una start-up del settore software as a service. Laureata in Lingue e Cultura per l’Impresa all’Università di Urbino, è nata e cresciuta a Gatteo Mare, in Romagna.
Valentina Tosi

Latest posts by Valentina Tosi (see all)

 

Cover: Photo by Glenn Carstens-Peters on Unsplash