Storie sulla comunicazione e quello che ci circonda.

 

Newsletter

“Miss Marx”: il conflitto tra ragione e sentimento

onefilm oneday, Rubriche di Ludovica Casula

8 settembre 2020

Miss Marx, film in concorso alla settantasettesima Mostra cinematografica di Venezia, diretto da Susanna Nicchiarelli, ci presenta il ritratto di Eleanor Marx una donna a suo modo ribelle, anticonformista e attiva politicamente.

La storia inizia con la morte del celebre filosofo Karl Marx e, proseguendo, ci racconta gli anni in cui la protagonista continua la lotta iniziata dal padre, attraverso manifestazioni e dibattiti.

 

Miss Marx, Romola Garai | Foto di Emanuela Scarpa | Credits Vivo film Tarantula

 

La Nicchiarelli dirige un’opera storica dal carattere contemporaneo, alternando immagini d’archivio con musiche punk rock, dando l’impressione di un biopic punk.

Ma, nonostante questo lato rivoluzionario del film e del pensiero della Marx, la regista focalizza il suo interesse non sull’immagine della donna politica ed emancipata ma su un’immagine femminile del tutto fragile nei sentimenti e “vittima” nella sua stessa relazione col compagno, Edward Aveling.

L’ipocrisia e l’incoerenza stessa della protagonista fanno perdere di vista il vero interesse sul pensiero sovversivo di Eleanor, consapevole della sua infelicità e dell’amore verso un uomo che non la appaga e non la merita, accettandone comunque tutti i difetti e prendendosi cura di lui.

Miss Marx ci mostra il continuo conflitto interiore tra ragione e sentimento di una donna che lottava per gli altri dimenticando di lottare per se stessa.

 

Ludovica Casula

Ludovica Casula si è laureata in Didattica e Comunicazione dell’Arte presso l’Accademia di Belle Arti di Roma.
Frequenta il secondo anno di magistrale del corso di Teatro, Cinema, Danza e Arti Digitali presso l’Università La Sapienza.
Fin da piccola coltiva la passione per le arti, in particolare per il cinema e la fotografia. Affascinata da tutti gli ambiti che hanno a che fare con il “dietro le quinte” del cinema, dopo varie esperienze lavorative e non, ha aperto una pagina social
“Onefilm.Oneday” attraverso la quale commenta e consiglia film per avvicinare le persone alla
settima arte.
Inoltre, durante i suoi viaggi, realizza piccoli reportage fotografici personali in linea
con lo stile prediletto, la Street Photography.
Altri interessi pregnanti sono la letteratura e la musica, che vengono proposti sui suoi profili social.

 

Cover: Miss Marx, Romola Garai | Foto di Emanuela Scarpa | Credits Vivo film Tarantula