Storie sulla comunicazione e quello che ci circonda.

 

Newsletter

Aldo Xhango, cresciuto dentro e insieme a QSGroup

Malgrado la recente emergenza sanitaria l’azienda è sempre rimasta al fianco dei propri clienti, mantenendo i suoi standard di crescita.

Comunicazione di Alessandra Di Gaetano

28 Ottobre 2020

Aldo, Sales Area Center Italy di QSGroup, ci racconta il percorso umano e professionale che lo ha portato a lavorare in questa società e come l’ha vista crescere insieme a lui.

 

 

Anche in un periodo difficile come quello di questi mesi, caratterizzato da incertezza e preoccupazione, QSGroup è rimasta al fianco dei suoi clienti ed è riuscita a mantenere i suoi standard di crescita, arricchendosi di nuovi profili professionali.

 

Non è solo una questione economica, i nostri clienti sanno che possono contare su di noi, sempre, ed in questo momento lo abbiamo dimostrato in maniera pragmatica, questo è scritto nel DNA di QSGroup.

 

 

Ma non solo attenzione ai clienti, anche efficienza e professionalità grazie ai prodotti e servizi offerti da QSGroup, tra cui:

  • una flotta di LAB mobili;
  • le partnership con Suez e con Zeta;
  • il progetto AltiorLab;
  • la strumentazione d’avanguardia per il controllo della contaminazione microbiologica;
    e molto altro…

 

 

 

Ecco come Aldo ha risposto alle nostre domande al riguardo.

 

Ci puoi raccontare il percorso umano e professionale che ti ha portato a lavorare in QSGroup?
«QSGroup è stata la mia prima esperienza lavorativa da “adulto”, data la mia giovane età.

Quando sono entrato nella squadra di QSGroup non avevo esperienza nel settore, ho una formazione di Stampo Economico ed inizialmente ero titubante e non sapevo se sarei stato in grado di affrontare le situazioni che mi si sarebbero presentate.

 

Ma il mio CEO mi ha garantito che l’esperienza si acquisisce sul campo, la cosa importante è la voglia di fare e il riuscire a sposare la visione innovativa dell’azienda.

 

Ho raccolto questa sfida ed oggi sono 4 anni che sono nella squadra di QSGroup con grande soddisfazione e tante vittorie alle spalle.»

 

 

Come hai visto svilupparsi in questi anni la società?
«Quando ho iniziato a lavorare in QSGroup eravamo in 16, relativamente piccoli rispetto a tanti attori del mercato, ma fin dal primo giorno abbiamo sempre avuto le idee chiare sulla nostra strategia e sugli obiettivi che volevamo raggiungere negli anni: obiettivi di crescita e di innovazione che avrebbero modificato per sempre gli equilibri sul mercato.

Abbiamo fondato il primo laboratorio Accredia per le tarature dei contaparticelle, abbiamo creato il primo laboratorio di taratura mobile con la flotta che continua a crescere, installato il primo sistema di monitoraggio microbiologico in Tempo Reale.

 

Tutti successi che ci vedono pionieri non solo in Italia ma in Europa, nessun’altro ha raggiunto tutto questo, ed ancora non è finita, abbiamo ancora tanto da mostrare al mercato…

A oggi siamo quasi in 40, non riesco a ricordare il nome di tutti i miei colleghi!»

 

 

QSGroup è sempre rimasta al fianco dei propri clienti durante l’emergenza Covid-19 e resta tuttora attiva e presente sul mercato per aiutarli nella ripresa dalla pandemia. Ci puoi fare qualche esempio di come sia possibile riuscirci in modo concreto e professionale?
«Non ci siamo mai fermati, anzi, abbiamo lavorato più di prima.

In un momento come questo il nostro settore è sotto pressione per la grande richiesta di farmaci e dispositivi medici.

I nostri tecnici hanno continuato gli interventi ON SITE anche in pieno lockdown, ci siamo sempre impegnati a supportare i clienti anche in questa situazione di emergenza.

 

E non è solo una questione economica, i nostri clienti sanno che possono contare su di noi, sempre, ed in questo momento lo abbiamo dimostrato in maniera pragmatica, questo è scritto nel DNA di QSGroup.

 

I nostri ragazzi hanno colto la sfida e non si sono tirati indietro, rispettando rigidi protocolli di sicurezza hanno continuato a lavorare giorno e notte senza correre rischi.

È stato bellissimo ricevere lettere ufficiali di ringraziamento per il lavoro svolto e cogliere i sorrisi grati dei nostri clienti, anche se, per il momento, solo in videocall!»

 

 

Molte aziende italiane stanno affrontando una dura crisi post Covid-19… Qual è la situazione in QSGroup? Siete riusciti a mantenere i vostri standard di crescita in questi mesi?
«QSGroup non ha risentito della crisi, in un primo momento eravamo sconfortati e vedevamo il futuro nebuloso, non sapevamo se avremmo potuto realizzare tutti i nostri piani, non sapevamo come avrebbe reagito il mercato, quali sarebbero state le conseguenze.

Ma è durato un momento, abbiamo continuato a lavorare a distanza, grazie agli investimenti fatti le lunghe ore di riunioni in sede sono state sostituite dalle video call.

Ogni progetto si è concretizzato ed anzi abbiamo assunto 7 persone nel periodo del lockdown, e tuttora abbiamo posizioni aperte che andranno a sostenere ancora di più la nostra crescita.»

 

 

Di quali profili professionali avete arricchito la vostra struttura nel 2020? Che competenze hanno?
«Abbiamo assunto nuove figure di alto profilo, con esperienza pluriennale nel campo e preparazione accademica di alto livello.

Abbiamo assunto personale senior per il profilo GXP, un nuovo validation Manager, un nuovo responsabile del laboratorio, una nuova figura a capo del Customer Service, un nuovo profilo senior nel settore commerciale.

Oltre a diverse figure Junior, ragazzi giovani ma con voglia di fare che saranno il nostro futuro.

Ormai non sono più il più giovane in azienda da un pezzo, ma questo mi rende solo orgoglioso, avere attorno tutte queste nuove leve mi responsabilizza e mi fa capire che è ora di dare anche il mio contributo per la loro crescita.»

 

 

La crescita che è avvenuta nell’ultimo periodo come ha arricchito le vostre performance aziendali?
«Tutte le nuove figure che sono arrivate ci hanno permesso di affrontare con serenità tutte le sfide che abbiamo raccolto.

Anche il progetto più complesso è stato concluso con serenità.

Il reparto GXP è cresciuto in maniera vertiginosa e comunque nessun cliente è rimasto insoddisfatto del nostro operato.»

 

 

Com’è nato il progetto della flotta dei vostri LAB mobili? E come funziona concretamente?
«La nostra visione è di essere sempre accanto al cliente, e ci siamo chiesti quale fosse il modo migliore per farlo.

Tutti fondano piccole sedi locali di appoggio ma che non portano un vero vantaggio al cliente, per effettuare le nostre lavorazioni è necessario avere un laboratorio attrezzato di tutto difficilmente replicabile in un appartamento in affitto o in un piccolo ufficio costituito solo da una scrivania.

Quindi abbiamo pensato che avremmo offerto tutto questo direttamente presso il cliente in un modo completamente nuovo!

I nostri laboratori mobili sono attrezzati di tutto quanto necessario: sistema HVAC, sistema di mantenimento delle condizioni termoigrometriche indicate dalle normative, frigoriferi mappati per conservazione degli standard, postazioni di taratura, postazioni di riparazione, wifi con computer e stampante, postazione demo per mostrare le performance della strumentazione ai clienti.

Tutto questo su quattro ruote, direttamente nel parcheggio del cliente.

 

I clienti non devono più spedire la strumentazione, evitando i rischi di rotture, ritardi, perdite, bolle di ingresso e settimane in cui resti senza la strumentazione.

Inoltre, in questo momento di pandemia, avere una propria postazione di lavoro in cui non entri in contatto con il personale del cliente aggiunge un ulteriore vantaggio.»

 

 

Riguardo agli analizzatori TOC Sievers/GE Suez: siete gli unici provider ufficiali riconosciuti e gli unici ad avere tecnici certificati dalla casa madre. Di quali vantaggi possono godere i clienti, rivolgendosi a voi?
«Il rapporto di partnership con Suez è ormai decennale, e ogni anno si rinnova con sempre maggior soddisfazione da entrambe le parti.

 

Siamo gli unici ad avere 9 tecnici certificati e trainati direttamente dalla casa madre, abbiamo sempre a stock tutti gli standard, ricambi e consumabili (originali e certificati) di cui possono avere necessità i nostri clienti.

 

In tempo reale rispondiamo alle richieste dei clienti con tempi di intervento, in tutta Italia, immediati.

Inoltre, quando effettuiamo un intervento, la garanzia sui ricambi è estesa a 6 mesi, questo perché solo i nostri tecnici sono autorizzati ad effettuare tali attività e siamo certi di poter mantenere le massime performance della macchina.

Per i clienti i TOC sono strumenti critici, senza non potrebbero produrre, siamo consci della loro importanza e non possiamo permetterci di essere fallibili nel servizio che portiamo ai nostri clienti.»

 

 

Come nasce il progetto AltiorLab e che cos’è esattamente la Certificazione Accredia?
«Il progetto AltiorLab nasce 3 anni fa ed è il coronamento di una lunga esperienza e conoscenza dei contaparticelle a tecnologia Light Scattering durata oltre 20 anni.

AltiorLab è il primo laboratorio Accredia, certificato ISO 17025:2018, che effettua tarature per contaparticelle in compliance alla ISO 21501-4:2018 (la norma che regola le metodologie di taratura dei contaparticelle), in più è anche certificato ILAC MRA e questo vuol dire che le nostre certificazioni sono valevoli a livello mondiale.

Possiamo certificare qualsiasi marchio di contaparticelle ed il certificato ha valenza di legge, nessun problema in fase di Audit od Ispezioni.

Possiamo effettuarlo ON SITE con il nostro laboratorio di taratura mobile ed in più abbiamo un nuovo servizio che permette ai nostri clienti di scaricare il certificato direttamente dal nostro sito web, sempre disponibili in qualsiasi momento!

Devo dire che i nostri clienti possono dormire davvero sonni tranquilli!»

 

 

 

 

Il controllo della contaminazione batterica in ambienti sterili è fondamentale per molti settori e industrie, serve quindi una strumentazione che possa essere all’altezza di tale compito. Quali tecnologie offre la vostra azienda in questo ambito?
«QSGroup offre la strumentazione necessaria al monitoraggio di tutte le variabili GXP, abbiamo sensoristica di altissimo livello per ogni parametro.

In particolare, siamo specializzati nella fornitura di sistemi di monitoraggio particellare e contaminazione microbiologica.

Per il monitoraggio particellare abbiamo un grande partner che è TSI, multinazionale americana con oltre 50 anni di esperienza nel settore, punto di riferimento a livello mondiale che offre prodotti di prim’ordine.

Vengono da un passato in cui hanno lavorato con la NASA per il monitoraggio della pulizia delle loro aree di produzione per satelliti e con l’esercito americano nella creazione di sistemi di monitoraggio in tempo reale per l’individuazione di eventuali agenti microbiologici tossici che aiutassero nella difesa da eventuali attacchi batteriologici.

Tutto questo porta a fornire sistemi di monitoraggio particellare di qualsiasi tipo: sistemi palmari, portatili e per monitoraggio in continuo.

 

Per il monitoraggio della contaminazione microbiologica abbiamo 3 livelli di prodotto:

  1. Sistemi tradizionali: impattori standard per piastre di petri da 90 mm che il settore utilizza ormai da sempre
  2. Impattori con piastre rotanti che permettono di risalire al momento della contaminazione, una sorta di via di mezzo tra un real-time ed il sistema tradizionale
  3. Biotrak: sistema unico 3 in 1, costituito in un contaparticelle tradizionale ed una tecnologia che permette di individuare la contaminazione microbiologica in tempo reale oltre a fare un controllo qualitativo. Con questa tecnologia i nostri clienti possono produrre h24 senza interruzione e limitando al massimo l’utilizzo delle piastre di petri. Sai che le piastre di petri sono una tecnologia di 100 anni fa? La nostra visione è riuscire ad arrivare ad una nuova era in cui sarà sempre più limitato l’utilizzo delle piastre!
    Considera che siamo stati i primi in Italia ad installare un sistema del genere, e sarà un case study che farà da apri fila ad un incredibile rivoluzione nel modo di produrre in ambienti asettici!»

 

 

 

Zeta crea prodotti di prim’ordine, in grado di risolvere brillantemente le sfide tecniche più difficili in questo settore, come l’organizzazione degli spazi, delle tecnologie di miscelazione, della pulizia e della sterilità. Di quali prodotti e servizi possono godere i vostri clienti scegliendo Zeta, attraverso QSGroup?
«ZETA è un’eccellenza del settore Pharma e Biotech, si occupano a 360° di tutto quanto necessario per creare impianti di produzione: supportano il cliente fin nella fase di ricerca e sviluppo, alla costruzione del cantiere, la fornitura ed installazione dell’impianto, la sua validazione e la manutenzione lungo tutto il ciclo di vita dello stesso.

Un prodotto chiavi in mano difficilmente replicabile.»

 

 

QSGroup, ai propri partner e clienti, fornisce anche cultura non solo strumentazione.
Quali sono gli eventi passati che hanno riscosso più successo, tra i vostri follower?
E, se ci sono, quali progetti avete per il futuro?

«Abbiamo organizzato diversi eventi in collaborazione con il Politecnico di Milano per il nostro programma #becomealeader.

Gli eventi sono incentrati sulla fornitura di cultura e di conoscenze che permettono ai nostri clienti di crescere ed essere sempre aggiornati, a tali eventi partecipano esperti di caratura internazionale in un contesto Accademico di eccellenza.

Sempre più spesso sono i nostri clienti ad avere voce in questi eventi ed a condividere le loro conoscenze per creare una cultura di crescita reciproca.

Vorremmo creare un HUB che permetta di mettere in contatto Università e mondo industriale.»

 

 

 

Come ci si può candidare a collaborare o a lavorare con QSGroup?
Quali skill e doti personali cercate nei vostri partner e membri del team?

«Sul nostro sito c’è un form dedicato alle candidature.

 

Siamo alla costante ricerca di nuove leve che vogliano abbracciare il progetto QSGroup.

 

Quello che cerchiamo è il giusto mix di spirito di sacrificio, visione disruptive e voglia di essere protagonisti.

In QSGroup i talenti hanno la possibilità di crescere e di lasciare realmente il segno nel settore.

Quando sono entrato per la prima volta in QSGroup ho messo subito in chiaro le mie ambizioni ed è stata la chiave di volta che mi ha permesso di crescere, nonostante la mancanza di esperienza.

Consiglio a tutti un’esperienza all’interno della palestra QSGroup, ne uscirete profondamente cambiati per sempre, con la consapevolezza di poter fare grandi cose!»

 

 

Dopo una formazione di stampo economico conseguita a Pescara, Aldo Xhango è stato per quasi 7 anni Co-founder e Project Manager di WeFling.net.
Grazie alla conoscenza delle lingue, ai numerosi corsi conseguiti e alla sua voglia di fare, nel novembre 2016 Aldo ha cambiato completamente settore per lanciarsi nella grande sfida di QSGroup, azienda leader nel settore del controllo della contaminazione.
Da allora è Sales Area Center Italy di questa realtà, esperienza che gli ha permesso di incrementare le sue competenze di management, leadership e business development.