Storie sulla comunicazione e quello che ci circonda.

 

Newsletter

Federica Cuzzolin: una vita dedicata ad aiutare gli altri

Customer service per QSGroup, in ogni sua giornata Federica cerca di trovare la giusta risposta alle esigenze dei clienti.

Comunicazione, Scienza di Alessandra Di Gaetano

15 Dicembre 2020

Spread the love

Perché scegliere di essere una Customer Service e non astronauta o una maestra?

È quello che ci racconterà oggi Federica Cuzzolin, dipendente di QSGroup.

Quest’ultima è un’azienda leader nel settore del controllo della contaminazione.
Federica ci porta dietro le quinte di questa realtà, che ha riposto nel contatto umano uno dei suoi valori principali.

Servizi impeccabili on-demand e disponibilità a seguire le esigenze dei clienti, per non lasciarli mai soli.

Ecco come un’azienda può fare la differenza mettendo al primo posto le persone.

 

 

Federica, ci puoi raccontare il percorso umano e professionale che ti ha portato a lavorare in QSGroup?
«Ogni tanto mi pongo questa domanda: “Perché ho scelto di essere una Customer Service e non astronauta o una maestra?”. Probabilmente sin da quando ero una studentessa ho avuto questo interesse.

Ho sempre avuto una forte idea e convinzione di dover aiutare gli altri.

Per questo credevo che un percorso di materie economiche/sanitarie sarebbe stata la soluzione perfetta per spiegare questa mia propensione.

Il mondo del lavoro, però, si è subito aperto a me dopo il diploma. Quell’indipendenza economica ha avuto la meglio sugli studi.

Mi sono ritrovata a gestire il reparto di riparazione di un’azienda che produce giochi da casinò o sale gioco. Dopo qualche anno, ho conosciuto il mondo del “trumbè” (che per chi non conosce il dialetto milanese è l’idraulico) e del caldaista. Li ho assistiti con la gestione del loro parco macchine e nelle certificazioni obbligatorie previste dalle normative di riferimento.

E ora QSGroup… Ma questa è una storia che va ancora scritta».

 

Photo by Patrick Tomasso on Unsplash

 

Per QSGroup seguire le necessità del cliente è una priorità. Puoi spiegarci quali azioni svolge il vostro customer service per non lasciare mai soli gli acquirenti e i partner?
«Vorrei precisare che essere Customer service significa prendersi a cuore le esigenze del cliente. Non è solo rispondere tempestivamente a un ticket di assistenza o alla e-mail che rende il reparto di assistenza clienti efficiente ed efficace.

È soprattutto anticipare i bisogni che OGNI cliente può avere.

Proprio per questo, QSGroup lavora costantemente per migliorarsi nella ricerca di soluzioni pronte ed intuitive. Soluzioni che permettano al cliente di padroneggiare tutti gli aspetti della manutenzione e della certificazione per la strumentazione, utile al controllo della contaminazione. Ad esempio, tramite la programmazione degli interventi con giorni di anticipo, il cliente ha la possibilità di organizzarsi per tempo oppure tramite contatti di manutenzione ad hoc».

 

 

Per essere ancora più vicini ai vostri clienti e rispondere alle loro necessità in loco è nato il progetto della flotta dei vostri LAB mobili. Come funziona concretamente?
«Molto semplice: invece che dover spedire o portare gli strumenti presso il nostro Laboratorio, siamo noi che con le nostre tecnologie innovative raggiungiamo e posizioniamo il Laboratorio accanto alle sedi dei nostri clienti.
Questo permette di ridurre anche tutti i costi legati a strumenti di backup o di appesantire tutte le pratiche burocratiche per la gestione dei conta particelle, impattatori microbiologici, datalogger o sensori con variabili GMP».

 

 

In QSGroup non smettete mai di trovare soluzioni innovative per venire incontro alle esigenze della vostra clientela. Recentemente è stata implementata l’area riservata con possibilità di download dei certificati. Qual è il valore aggiunto per i clienti che deriva da questa novità?
«L’alto livello di tecnologia, condivisione e accessibilità dei dati nei sistemi informatici permette di favorire con pochi semplici click questo tipo di servizio. Il cliente, in tutta autonomia senza dover dipendere da qualcuno e in tempi immediati, accede alla propria area cliente tramite una e-mail e password. Così è possibile scaricare il Certificato, magari appena emesso dal nostro Laboratorio oppure visionarlo a distanza di tempo.

In questo modo, si evitano perdite di tempo nel recupero del formato cartaceo, favorendo la massima trasparenza di dati e informazioni del parco macchine».

 

Photo by Fezbot2000 on Unsplash

 

Quali sono le richieste più comuni che vi arrivano in quanto customer service?
«La richiesta più frequente, quando i nostri clienti utilizzano i nostri servizi Base/Pick up me, è quella di gestire e certificare la strumentazione nel minor tempo possibile. Per questo cerchiamo di definire, mediante un’accurata pianificazione, il momento migliore per il cliente al fine di provvedere ad una resa rapida, precisa e di qualità.
Altri clienti, al fine di essere certi di avere un servizio di assistenza a 360°, riparazione inclusa, ci richiedono di attivare i nostri Contratti di Manutenzione che li tutelano per tutto il periodo di decorrenza contrattuale».

 

 

QSGroup è sempre rimasta al fianco dei propri clienti durante l’emergenza Covid-19. Tuttora resta attiva e presente sul mercato per aiutarli nella ripresa dalla pandemia. Ci puoi fare qualche esempio di come sia possibile riuscirci in modo concreto e professionale?
«Ciò che permette a QSGroup di essere così dinamica e in grado di lavorare anche in queste condizioni di emergenza è la presenza sul territorio. Abbiamo infatti sedi a Barlassina (MB) per il Nord Italia, a Pratola Peligna (AQ) per il Centro-Sud Italia e a Lugano per il mercato svizzero.

Ma il fiore all’occhiello che ci contraddistingue da altri service provider è che, con la nostra flotta di Laboratori Mobili, siamo in grado di andare incontro alle esigenze dei nostri clienti.

E lo facciamo portando direttamente il nostro Laboratorio di taratura dentro le sedi di produzione.
Questa rete, però, non sarebbe così attiva senza una cosa. Un fantastico Team di esperti, in grado di lavorare in sinergia facendosi carico di quelle che sono le preoccupazioni dei nostri clienti».

 

 

Nata con la voglia di aiutare il prossimo, Federica Cuzzolin subito dopo il diploma inizia il suo percorso professionale gestendo il reparto di riparazione di un’azienda che produce giochi da casinò.

Dopo qualche anno, entra nel mondo dell’idraulica e delle caldaie, assistendo nella gestione del parco macchine e nelle certificazioni obbligatorie previste dalle normative di riferimento.

Oggi lavora come Customer service per QSGroup, dove prende a cuore le esigenze di ogni cliente e cerca le soluzioni migliori per fargli padroneggiare tutti gli aspetti della manutenzione e della certificazione relativamente alla strumentazione per il controllo della contaminazione.

 

Cover: Photo by Petr Macháček on Unsplash