Storie sulla comunicazione e quello che ci circonda.

 

Newsletter

I Sakura (ciliegi) in fiore lungo la ‘Passeggiata del Giappone’

Una passeggiata 'virtuale' al parco del Lago dell'Eur a Roma.

Comunicazione di Miriam Bendìa

25 Marzo 2021

Voglio fare con te quello che la primavera fa con i ciliegi.

Pablo Neruda🌸

 

 

Lungo la Passeggiata del Giappone, nel parco del Lago dell’Eur a Roma, stamattina il vento accarezza dolcemente le nuvole rosa dei Sakura (ciliegi).

 

 

 

 

Niente teli azzurri però stesi all’ombra degli alberi incantati. Il bentō, per ora, dovrà essere riposto.

 

Per il secondo anno di seguito, non è infatti possibile organizzare i tradizionali pic-nic sotto le chiome dei ciliegi giapponesi celebrando il rito dell’Hanami.

 

Per questo motivo, la nostra redazione, ha deciso di realizzare un reportage e donare ai lettori, appassionati di cultura giapponese, una “passeggiata virtuale” tra i Sakura in fiore.

Qui e sul nostro profilo Instagram, potranno vivere l’Hanami tutti coloro che lo desiderano ma non sono a Roma, in questi giorni.

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

 

 

L’Hanami a Roma

 

La fioritura dei Sakura, intorno al laghetto, dura per poco tempo, comincia verso metà Marzo (di solito intorno al 20 Marzo) e si protrae fino ai primi di Aprile quando i fiori di ciliegio iniziano a sfiorire.

In quel momento regalano ai passanti un’incantevole pioggia di petali rosa: un altro spettacolo assolutamente da non perdere.

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

 

Hanami (はなみ) significa osservare i fiori (da hana= fiori e mi= vedere) ed è infatti il tradizionale evento giapponese che consiste nel celebrare e godere della bellezza dei fiori, soprattutto dei fiori di ciliegio (Sakura). Come? Ammirando il loro fiorire nelle belle giornate di primavera.

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

 

Il rito dell’Hanami si celebra con una festa all’aperto sotto gli alberi di ciliegio.

 

È talmente bello (e importante) assistere alla loro fioritura che lo sbocciare delle prime gemme, nel Paese del Sol Levante, viene previsto con assoluta precisione dall’Agenzia Meteorologica Giapponese.

L’Agenzia studia il clima e la nascita dei primi boccioli permettendo così di determinare la data esatta della fioritura.

In televisione è possibile anche vedere le “previsioni di fioritura”.

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

In questo modo sia i giapponesi sia i numerosi turisti possono prepararsi in tempo per l’occasione, progettando indimenticabili serate all’aperto (Yozakura よざくら= sakura serale) o divertenti pic-nic, di giorno, nei parchi e nelle varie zone verdi della città.

 

Fioritura dei Sakura in Giappone nel 2021
Fioritura dei Sakura in Giappone nel 2021

 

 

Quest’anno la Japan Meteorological Corporation (società di previsioni meteorologiche con sede a Osaka) ha ad esempio annunciato che i Sakura sarebbero fioriti un po’ prima del solito.

La varietà Somei-Yoshino è stata la prima ad aprire la stagione delle fioriture in tutta la nazione.

Infatti la fioritura di questi ciliegi è avvenuta a Tokyo, tre giorni prima del solito.

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

I fiori di ciliegio hanno iniziato a fiorire (a Tokyo) il 23 Marzo 2021, leggermente prima del solito, e raggiungeranno la piena fioritura il 31 Marzo.

 

Il 22 Marzo scorso, l’Agenzia Meteorologica Giapponese ha proclamato l’inizio del periodo di massimo splendore della fioritura dei ciliegi. La stagione era, invece, iniziata il 14 Marzo.
Come è tradizione, l’agenzia prende come riferimento gli alberi di ciliegio del Sacrario di Yasukuni.
Questo è il periodo in cui le persone si riuniscono felici sotto i ciliegi, ammirando questo incredibile spettacolo della natura.
Visto il periodo di pandemia però, anche quest’anno, come l’anno scorso, sono stati cancellati gli eventi tradizionali e le persone vengono scoraggiate nella pratica dell’Hanami. I ciliegi in fiore si possono ammirare, ma solo nel rispetto delle misure di sicurezza.

 

Sempre secondo le previsioni della Japan Meteorological Corporation di Osaka, le date di fioritura saranno all’incirca le stesse degli anni precedenti nelle varie località.

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

Per esempio le prefetture di Kochi e Fukuoka hanno solitamente la stessa data di fioritura prevista per Tokyo.

 

Le previsioni di fioritura sono poi il 24 Marzo a Nagoya e il 28 Marzo a Osaka.
L’11 Aprile sarà la volta di Sendai e il 3 Maggio, di Sapporo, in Hokkaido.

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

 

Secondo un recente sondaggio online, la maggior parte dei giapponesi considera la fioritura dei Sakura come il segnale più significativo dell’arrivo della Primavera.
Altre risposte comprendevano il cambio del guardaroba per l’arrivo della nuova stagione o l’inizio di un nuovo lavoro o dell’anno scolastico.

 

E per te qual è il segnale dell’arrivo della Primavera, nella tua città? Raccontacelo sul profilo Instagram di Just Baked.

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

 

Le regole nel galateo dell’Hanami

 

Abbiamo domandato a Kelly Nagata, quali siano le regole da rispettare durante l’Hanami in Giappone (o all’ombra degli altri Sakura sparsi nel mondo).

Eccole qui…  😉

 

  1. Non camminare o sedersi sulle radici degli alberi di Sakura
    Questa regola viene spesso trascurata ma non bisogna sedersi sopra le radici o calpestarle. Alcuni pensano che basti non staccare i fiori o spezzare i rami, ma anche calpestare o schiacciare le radici reca dei danni invisibili agli alberi. In segno di rispetto per questi esseri viventi, dovremmo fare il possibile per non toccare gli alberi mentre camminiamo o ci sediamo in mezzo a loro.
  2. Non danneggiare gli alberi
    Allo stesso modo, bisogna evitare di danneggiare gli alberi, appendendo oggetti ai rami o appoggiandoli sul tronco. O peggio ancora, rovinandone la superficie. Negli ultimi anni, ha fatto notizia la moda (soprattutto tra i turisti) di scuotere i rami dei Sakura in modo da creare una pioggia di petali… Per farsi un selfie! Magari queste foto avranno ricevuto qualche like in più, ma non era meglio lasciare che i fiori rimanessero sull’albero un po’ di più e che altre persone potessero ammirarli? Non essere egoista, per favore!  🙂
  3. Non occupare i posti migliori per troppo tempo
    Un’altra notizia recente riguardava i giovani (universitari, in quel caso) che facevano a turno per occupare gli spazi per i loro pic-nic, i quali spesso iniziavano al mattino presto e duravano diversi giorni. Riservare uno spazio in anticipo per un gruppo numeroso è ammissibile, ma occuparlo per più tempo del necessario è ingiusto verso le altre persone. Un po’ come accaparrarsi tutto il cibo di un buffet solo perché si può…
  4. Ridurre il più possibile i rifiuti
    Mangiare e bere è parte integrante del rito, quindi non stupisce che la stagione dei Sakura generi parecchi rifiuti. Tieni però sempre presente che nelle aree pubbliche, in Giappone, sono raramente presenti dei cestini e, anche quando ci sono, in occasione dell’Hanami si riempiono in fretta. Non abbandonare sacchetti pieni di rifiuti di fianco a un cestino già pieno e non tentare di lasciarli fuori da un konbini. Come ci hanno insegnato i tifosi giapponesi ai Mondiali del 2014, il modo giusto per ripulire uno spazio prima di andarsene è portare a casa i propri rifiuti. E poi riciclarli correttamente.
  5. Attenzione a non fare troppo rumore
    Oltre ai rifiuti, durante la festa sarebbe meglio ridurre anche il chiasso. Questo si rivela un problema soprattutto di sera, quando buona parte dei partecipanti ha bevuto qualche bicchiere in più. Essere all’esterno non significa che possiamo fare tutto il rumore che ci pare: anzi, le location più gettonate per l’Hanami possono essere più affollate di un ristorante. Quindi, non importa quanto ci stiamo divertendo: cerchiamo di non esagerare (troppo).  😉
  6. Non approfittare troppo dei bagni dei konbini
    Ultimo, ma altrettanto importante: il problema dei bagni. Come in molti eventi all’aria aperta, i bagni pubblici possono trovarsi in cattive condizioni dopo essere stati usati da una massa di persone. Peggio ancora, non in tutte le location sono presenti bagni pubblici. Un’alternativa potrebbero essere le toilette dei minimarket nelle vicinanze, ma se volete usarle cercate almeno di comprare qualcosina, magari una bevanda o un dolcetto. I gesti di cortesia sono molto importanti in Giappone, anche in momenti di urgenza!

 

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

 

I Sakura a Roma

 

Anche durante questa primavera dunque Roma chiama Tokyo nel nome dei ciliegi. I 2.500 donati nel Luglio del 1959 dalla capitale giapponese alla capitale italiana.

Il primo ministro giapponese dell’epoca, Nobusuke Kishi, regalò a Roma i Sakura in fiore (da piantare nel parco del laghetto dell’Eur) come simbolo di unione e fratellanza tra i due popoli.

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

 

Da allora, ogni primavera, si ripete la magia della fioritura facendo godere i nostri cuori della bellezza dei Sakura.

 

 

In questa mappa, realizzata dalla Pagina Facebook 花見 Hanami ~ Lago dell’EUR Roma, sono segnati i punti nei quali (a Novembre 2019) sono stati piantumati i nuovi alberi di Sakura.

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

Sakura alla "Passeggiata del Giappone", nel parco del Lago dell'Eur a Roma
Sakura alla “Passeggiata del Giappone”, nel parco del Lago dell’Eur a Roma

 

 

Dal 1959 ad oggi infatti, molte istituzioni e associazioni hanno donato nuovi ciliegi alla Passeggiata del Giappone e speriamo ne arrivino ancora di più!

 

Buona passeggiata virtuale tra i petali rosa, da parte della nostra redazione!

 

🌸E che un petalo di Sakura cada nella tua tazza di sakè.

 

Miriam Bendìa

 

Cover Photo by Roman Kraft on Unsplash  

 

Parte del più ampio Parco Centrale dell’Eur, il lago artificiale, ideato da Marcello Piacentini e previsto dal progetto originale dell’Esposizione Universale del 1942, fu portato a termine solo nel dopoguerra, in occasione delle Olimpiadi di Roma del 1960, regalando alla zona olimpica un nuovo e sorprendente elemento decorativo: un chilometro di lunghezza per una larghezza che varia da 60 a 130 metri, una superficie totale pari a 85.120 mq, con una profondità oscillante tra i 2 ed i 4 metri.

L’area è ricca di querce, pioppi, magnolie, olivi ed aceri, e di alcuni rari esemplari di lauroceraso, ligustrum, pittosporo e conifere appartenenti alle più importanti specie e varietà.

Splendida è la Passeggiata del Giappone, disegnata da Raffaele de Vico, con i Sakura, i ciliegi donati dalla città di Tokyo. La Passeggiata è estremamente suggestiva nel periodo dell’Hanami, la fioritura dei ciliegi, solitamente tra la metà di Marzo e i primi di Aprile.

Vero gioiello dell’architettura paesaggistica, realizzato dallo stesso de Vico, è il Giardino delle Cascate (42.000 mq circa), probabilmente l’area verde più pregiata e suggestiva. Inaugurato il 29 Giugno 1961, è costituito da un armonioso intreccio di salti e getti d’acqua, scogliere, pietre naturali e piante di diversa specie che lo rendono di fatto unico nel panorama dei parchi urbani di Roma. Il tutto con un impianto progettuale che s’iscrive nella tradizione italiana, dunque caratterizzato da simmetrica e “classica” regolarità.
Sulla cascata centrale passa il ponte pedonale Hashi, dalla pavimentazione in vetro, che collega le diverse sponde, facendo del giardino un tutt’uno con l’assieme del lago e delle sue bellissime passeggiate. La funzione delle cascate non è puramente estetica: con i loro movimenti d’acqua contribuiscono, infatti, all’ossigenazione delle acque del lago.
Dopo un’accurata opera di rinnovamento, lo splendido giardino, occasionalmente utilizzato come set cinematografico, è stato riaperto al pubblico nel maggio del 2017.