BAKEDSOPHY | Editoriale

JUST BAKED: CHE SPAZIOTEMPO FA?

 

Raccontiamo belle storie, per chi ha voglia di ascoltarle e di viverle.

Il nostro magazine esplorerà attraverso le proprie scansioni del reale, tutti quei tentativi di definizione e ridefinizione del concetto di Cultura, umana e digitale. Temperature fredde e calde di una nuova meteorologia digitale.

Gli strumenti del nostro lavoro quotidiano, gli stimoli e le strategie che affrontiamo e decliniamo giorno dopo giorno, comportano infatti un attento e costante monitoraggio delle soluzioni inaspettate offerte dalle suggestive ibridazioni (spontanee e non). Nonché da tutti quei processi generativi e casuali che ipotizzano sintesi di là da venire.

Muoversi in questo territorio di interscambio, costruzione e decostruzione, è proprio il principio che ispira i contenuti di Just Baked. Dove l’occhio (arte, architettura, design) e l’orecchio (sound design e nuove scritture della frequenza e del tempo) vogliono chiaramente la loro parte.

Incroci, innesti, transiti, attraversamenti. Nuove segnaletiche d’interferenza. Vettorialità senza fissa dimora per pellegrinaggi digitali le cui conseguenze stiamo ancora verificando sulla nostra pelle come sulle nostre sinapsi.

Cercheremo di raccogliere tutto questo, articolando lo spazio e il tempo delle riflessioni attuali lungo una serie di rimandi che dal passato convergono verso le migliori ipotesi di futuro.

Dalla sinestesia alla multimedialità. Tanti percorsi che annullano il senso del limite alla ricerca di una mente, un’intelligenza collettiva da condividere in uno spazio comune in cui creare e ricreare, conoscersi e riconoscersi.

Grazie agli aggiornamenti orizzontali di questo blog cercheremo di riportare quanto più possibile il senso dei nuovi stimoli e delle nuove direzioni che la Comunicazione, la Tecnologia e la Creatività affrontano con passi nuovi e spediti.

Anche per non dover subire un Futuro che già vive nel nostro Presente e cercare di comprendere le motivazioni più intime delle soluzioni e delle nuove pratiche verso le quali siamo guidati.

Per quanto non sia facile muoversi all’interno di tali processi e dinamiche, raccoglieremo di buon grado la sfida e da bravi animali sociali, quali ancora crediamo di essere, ci rimboccheremo le maniche e andremo avanti.

Il viaggio è appena iniziato. Chissà quanto ci porterà lontano: ci vuole fantasia e ci vuole coraggio. Volete essere dei nostri?

 

Daniele Votta | Bake Agency