Cerca
Close this search box.
  • Bake Academy
  • Comunicazione

Le strisce Pedonali: una grafica salvavita

Semplice installazione, da usare per i pedoni e da vedere per gli automobilisti, le strisce pedonali dipinte rappresentano tutt’oggi un contributo estremamente prezioso per la sicurezza stradale. Con le loro inconfondibili strisce bianche e nere, facilmente visibili anche di notte, le strisce pedonali mirano a raggiungere la massima visibilità.

Il Road Research Laboratory

Il Road Research Laboratory (RRL) del governo britannico progettò negli anni quaranta gli attraversamenti pedonali. Nel Regno Unito esistevano già dal 1934, ma si trattava di sfere arancioni montate su palo e file parallele di borchie stradali. Durante il Dopoguerra la crescita del traffico e la continua noncuranza degli attraversamenti, portarono la RRL a sviluppare un’alternativa più visibile.

Strisce pedonali
Sfera arancione montata su palo.

Gli esperimenti RRL dimostrarono che le strisce longitudinali larghe 40-60 cm contrastavano meglio con i veicoli in arrivo, li provarono in combinazioni di blu, giallo, rosso e bianco. Dopo un certo numero di prove, nel 1949 introdussero gli attraversamenti pedonali in bianco e nero in 1000 località nel Regno Unito. Nel 1951 li installarono a livello nazionale.

In poco tempo, tutto il mondo adottò il passaggio pedonale.

La campagna pubblicitaria delle strisce pedonali

In Gran Bretagna il progetto aveva generato quattro varianti, comprendenti semafori, controlli pedonali e corsie per ciclisti o cavalieri.

L’efficacia delle strisce pedonali – al tempo – aveva ideato una campagna pubblicitaria in località britanniche dove mancavano; ci sono stati casi di persone che dipingevano le proprie strisce pedonali, ed uno studio di Design Russo ha sviluppato un incrocio tra le strisce pedonali ed un’ area luminosa per i luoghi in cui la neve oscura la superficie stradale in inverno. Tuttavia, alcune parti dell’Europa settentrionale stanno attualmente iniziando ad adottare strade di “spazi condivisi“, dove pedoni e automobilisti hanno pari diritto di passaggio, che possono minacciare il futuro degli attraversamenti pedonali.

Una vista onnipresente sulle strade urbane

Uno dei più semplici dispositivi grafici, l’attraversamento delle strisce pedonali è stato forse unico nel suo impatto sulla vita quotidiana delle persone.

Linee guida per la progettazione degli attraversamenti pedonali
Linee guida per la progettazione degli attraversamenti pedonali.

Le tre buone regole di progettazione cui deve rifarsi la segnaletica orizzontale di un attraversamento pedonale, sono:

  • Buona visibilità per il conducente che sopraggiunge, anche in condizioni di scarsa visibilità (di notte, condizioni meteorologiche avverse, …);
  • Facile percezione e riconoscimento, sia da parte del pedone che del conducente, anche in contesti diversi (urbano, extraurbano, strada locale o strada di scorrimento, …);
  • Elevata durata nel tempo delle caratteristiche dei materiali utilizzati.

https://www.maristi.it/gb/wp-content/uploads/2022/05/2011-ACI-linee_guida_attraversamenti_pedonali.pdf

Sommario

LEGGI ANCHE

ARTICOLI CORRELATI

Katherine McCoy è una graphic designer americana stimata per il suo ruolo di educatrice alla progettazione grafica presso la Cranbrook Academy of Art vicino Detroit, Michigan. “La Cranbrook Academy…